Giovedì, 21 Ottobre 2021
Green

Treviso Comune amico delle api

Il consigliere comunale Riccardo Barbisan (Lega): «A darne l’annuncio il sindaco Mario Conte che ha dato seguito a una mia proposta»

«Le api sono fondamentali per la salvaguardia dell’agricoltura e dell’equilibrio ambientale. Pesticidi, nuove tecniche di coltura e cambiamenti climatici mettono però a rischio la vita di questi insetti così importanti per la vita dell’uomo: è dovere di tutti gli amministratori fare tutto il possibile per tutelarle. Ecco perché la notizia dell’avvio delle pratiche per l’iscrizione del Comune di Treviso tra i Comuni amici delle api ci dà una nuova speranza per il nostro futuro e quello dei nostri figli. A darne annuncio è stato ieri il primo cittadino Mario Conte nel corso di un webinar organizzato da Anci Veneto, di cui il sindaco di Treviso è presidente». Così Riccardo Barbisan, consigliere regionale del gruppo Lega e consigliere comunale di Treviso, commenta il webinar tenutosi ieri dal titolo «Ape bene comune. Vademecum per le pubbliche amministrazioni, gli apicoltori e gli agricoltori per un “Comune amico delle api”».

Avatar 1-1-100-2

«Al convegno abbiamo avuto modo di ascoltare diverse voci –continua Barbisan- Stefano Dal Colle, presidente FAI Veneto, Gerardo Meridio, presidente dell’Associazione regionale Apicoltori del Veneto, Michele Favaro e Giampaolo Cenedese, rispettivamente vicesindaco e assessore del Comune di Ponzano Veneto, oltre a rappresentanti di Coldiretti, della Confederazione Italiana agricoltori e di Confagricoltura. Con questo progetto il sindaco di Treviso ha accolto una mia proposta: come consigliere regionale, infatti, mi sono molto occupato dell’argomento, al punto da far approvare la legge regionale n. 41 del 2017, di cui sono stato promotore e primo firmatario, per lo sviluppo, la tutela e la valorizzazione dell’agricoltura. C’è un’identità di vedute tra il progetto annunciato ieri e la mia legge regionale. Tra tutte le province venete, quella di Treviso ha il maggior numero di apicoltori, 1.654 (il 23,5% del totale), per un numero complessivo di apiari di 2.628. Bastano questi dati a farci comprendere quanto la salvaguardia dell’apicoltura sia importante non solo per la sostenibilità ambientale, ma anche per l’economia del nostro territorio. A questo punto – conclude Barbisan – auspichiamo che anche altre amministrazioni comunali seguano l’esempio di Treviso e Ponzano Veneto e intraprendano questo percorso, contribuendo alla crescita della sensibilità in favore di questo piccolo ed essenziale insetto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso Comune amico delle api

TrevisoToday è in caricamento