Vedelago, polemica in consiglio comunale tra il sindaco e Fratelli d'Italia

Cristina Andretta ha criticato con una dura replica le scelte dei consiglieri Antonietta Vettoretto e Oscar Bordignon dopo la formalizzazione del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia

Cristina Andretta (Foto d'archivio)

Dopo la formalizzazione del gruppo consiliare "Fratelli d’Italia" da parte dei consiglieri, Antonietta Vettoretto e Oscar Bordignon, il sindaco di Vedelago, Cristina Andretta, ha deciso di passare al contrattacco: «A quanto pare i consiglieri di minoranza Antonietta Vettoretto e Oscar Bordignon non perdono occasione per mettere in mostra la propria mancanza di stile» ha esordito il sindaco.

«Non sono i primi consiglieri comunali, in questi ultimi tempi, ad aver formalizzato a livello consiliare l’appartenenza o il passaggio al partito di Fratelli d’Italia ma, diversamente dagli altri che giustamente hanno motivato la scelta con considerazioni legate alle affinità politiche, Vettoretto e Bordignon giustificano la decisione denigrando la maggioranza. Una maggioranza che, tra l’altro, non ha mai celato l’appartenenza al centro-destra, proprio quel centro destra che recentemente si è riunito a Roma, sotto la guida dei tre leader Matteo Salvini per la Lega, Silvio Berlusconi per Forza Italia e Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia, nella manifestazione unitaria “Orgoglio Italiano” contro il governo attuale di Pd e M5S. Fa strano, quindi, che questa presa di posizione che, a rigor di logica politica, ci dovrebbe avvicinare, appaia invece come un pretesto per criticare e sindacare sull’operato del gruppo di maggioranza. Spiace, e molto, perché le risorse impiegate per criticare il mio gruppo potrebbero essere meglio utilizzate per cooperare per il bene di Vedelago. Al contrario, invece, a tutte le nostre proposte avanzate e messe in discussione non sono mai seguite controproposte sensate e fattibili da parte dei due consiglieri di minoranza. Semmai sono state strumentalizzate le nostre scelte che, sebbene non abbiamo la pretesa siano sempre condivisibili, sono sempre il risultato di discussione e confronto tra il gruppo. Chi lavora in squadra lo sa, ma chi invece la squadra continua a cambiarla, probabilmente, non ha avuto la possibilità di capirlo e preferisce denigrare. Aggiungo anche che considero triste che vivano una mia possibile candidatura alle regionali con preoccupazione. Il mio nome non è tra i candidati ma, se questo li preoccupa, credo dimostri ancora una volta quanto il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia sia chiaramente più incline alle strumentalizzazioni, se non alle invidie, piuttosto che al bene del territorio. Personalmente sarei felice se un mio concittadino si candidasse e venisse eletto alle regionali perché rappresenterebbe un’occasione in più per essere rappresentati e considerati. Per loro evidentemente non è così» conclude il primo cittadino.

LA REPLICA DI FRATELLI D'ITALIA I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia dichiarano: “L’idea di formalizzare il Gruppo Consigliare dopo la costituzione formale del Circolo di Vedelago nasce dalla presa d’atto della bassa qualità politica dell’azione amministrativa della Sindaca Andretta. In solo un anno e mezzo abbiamo:

1. Riconosciuto l’incapacità della maggioranza di motivare gli atti amministrativi prodotti con argomenti sia sostanziali che giuridici;

2. Assistito - e rimasti inascoltati - a decisioni prive di buon senso politico e di consapevolezza dell’utilizzo del proprio ruolo istituzionale (vedi il posizionamento dell’antenna radio di Casacorba su di una Scuola e in prossimità di quella in costruzione);

3. Visto bocciare ed escludere arbitrariamente tutte le nostre mozioni ed interrogazioni consiliari (vedi la bocciatura del progetto di conversione del Parco del Sile in Parco Produttivo);

4. Operato in un Consiglio presieduto con faziosità politica, con chiari e forti intenti ostativi verso l’opera di trasparenza delle forze di minoranza;

5. Misurato la linea politica del Segretario partitico di Lega, Giorgio Marin: acritico appiattimento alla volontà di Sindaco e Vicesindaco di storica appartenenza alla compagine forzista, oggi in evidente declino.

Ci distinguiamo dall’operato della sindaca Andretta, interessata più alla carriera politica ed alla caccia frenetica di una poltrona per le prossime elezioni Regionali, per portare anche a Vedelago una nuova politica di Centrodestra, che resista ai condizionamenti dei grossi portatori d’interessi particolari nel territorio. Vogliamo azioni politiche e amministrative nette ed in favore e nell’interesse unico dei nostri cittadini. Ci impegneremo dunque in un terreno completamente dimenticato dall’attuale Amministrazione: tutela dell’ambiente, della salute di tutti e in specialmente modo delle fasce più deboli della popolazione, ossia bambini e anziani, tutela e promozione delle attività commerciali e di vicinato del territorio.”

Il responsabile della comunicazione di Fratelli d’Italia, Circolo di Vedelago, Loris Cirotto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento