Burlesque al mercato dei vecchi mestieri: «Quanta ipocrisia»

Sulla polemica interviene con una nota la sezione trevigiana di Fratelli d'Italia

Il burlesque delle polemiche

Abbiamo seguito con attenzione il polverone di polemiche abbattutosi sulla manifestazione che si terrà a Treviso in Piazza San Pio X denominata "Il mercato dei vecchi mestieri". Polverone sollevato soprattutto dal mondo cattolico perché un settore sarà dedicato alle case chiuse e qui si svolgeranno spettacoli di Burlesque. Siamo davvero allibiti dall'ipocrisia dei personaggi che hanno dato inizio alla contestazione e siamo anche stupiti dalle rassicurazioni che si sono sentiti in dovere di dare il Sindaco e il Vicesindaco.

In primis la diocesi di Verona (ci chiediamo  cosa c’entri Verona con Treviso?) per voce di don Bruno Fasani che oggi afferma "trovo l'iniziativa di cattivo gusto, é un tradimento contro le nuove generazioni, un evento che crea eccitazione di massa e ulteriore transessualismo", mentre proprio lui contraddicendosi affermava in occasione del Gay Pride di Verona che "i gay non sono contro natura, quindi evolviamoci".

Ci faccia capire don Fasani come conciliare le due affermazioni, per uno spettacolo di Burlesque arriva a parlare di transessualismo, mentre per il gay pride ci dovremmo evolvere. A questo punto ci sentiamo in obbligo di dare un consiglio a don Fasani, tra una sciocchezza e l'altra si ripassi la differenza tra diritto positivo e diritto naturale. In merito all'amministrazione comunale di Treviso, ci sembra ridicolo che per uno spettacolo comunicato ad aprile abbia dovuto, all'ultimo momento specificare, raccomandare e tranquillizzare l’opinione pubblica.....per caso ha paura della diocesi di Verona? 

E infine per qualche artista che afferma che tale spettacolo, messo in mostra al mercato degli antichi mestieri può affiancare il burlesque alla prostituzione, gli chiediamo se ci giudica tutti dei poveri  deficienti. Dopo i vari film, i vari spettacoli in giro per l'italia, credo che tutti sappiano cos'é il burlesque. Lasciateci godere la manifestazione ed evitate polemiche, anche perché le vostre tesi non reggono, e sarebbe anche ora di ripensare all'apertura delle case chiuse, si toglierebbe la prostituzione dalle strade, la tratta delle schiave sessuali, si eviterebbero tantissime malattie per contagio sessuale e non ultimo si avrebbe anche un chiaro vantaggio fiscale.

Fratelli d'Italia

Provincia di Treviso

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento