Autonomia: «Chi specula sulle difficoltà non fa gli interessi dei Veneti»

L'opinione dell'ex parlamentare trevigiana Simonetta Rubinato, presidente di "Veneto Vivo"

L'ex senarice Simonetta Rubinato

«L’autonomia non arriva mai come un pacco dono, tanto più in uno Stato i cui organi e apparati centrali non hanno attuato in oltre 70 anni il principio autonomista dell’art. 5 della Costituzione, mortificando la realtà delle diverse storie, culture ed economie regionali. Il difficile confronto in atto tra delegazione regionale e ministeri, come pure gli attacchi delle élite conservatrici del Sud e della Capitale, ma anche di parte delle classi dirigenti del Nord che avevano boicottato il referendum ammesso dalla Corte Costituzionale, confermano che la ‘spallata’ del referendum era necessaria per provare a cambiare un sistema inefficiente ed irresponsabile che sta condannando al declino tutto il Paese»: lo sostiene Simonetta Rubinato, presidente Veneto Vivo.

«In forza del voto trasversale dei Veneti a favore dell’autonomia – prosegue l’ex parlamentare del Pd - la strada in ogni caso è segnata: nessuno potrà impedire questa volta l’attuazione di ciò che prevede la Costituzione. Chi rappresenta il popolo veneto nelle istituzioni regionali e nazionali, sia in maggioranza che in minoranza, ha la responsabilità di cooperare per arrivare ad un’intesa all’altezza dell’impegno assunto con i Veneti. Il Presidente Zaia coinvolga dunque tutte le forze politiche, sociali ed economiche per raggiungere questo obiettivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Suicida a 44 anni, indagato il marito per maltrattamenti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento