Salute, screening cardiologici gratuiti nelle sedi Cisl della Marca

Prevenzione al cuore. Mercoledì 4 dicembre a Conegliano e Montebelluna appuntamento importante organizzato dal sindacato trevigiano in collaborazione con Sani.in.Veneto

La Cisl porta la prevenzione cardiologica nelle sue sedi. Mercoledì 4 dicembre a Montebelluna (dalle 9 alle 13) e a Conegliano (dalle 14.30 alle 18.30) sarà possibile sottoporsi gratuitamente a uno screening cardiologico con elettrocardigramma e rilascio di eventuale idoneità sportiva non agonistica.

L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione tra la Cisl Belluno Treviso e SANI.IN.VENETO, il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dipendenti delle imprese artigiane del Veneto. Mercoledì nelle sedi Cisl di Montebelluna (via Buzzatti 16/a) e Conegliano (via Cadore, 16) saranno a disposizione dei cittadini due medici specializzati che effettueranno la visita cardiologica di prevenzione cercando di dare la priorità a chi per la prima volta si sottopone a un check up al cuore. «La Cisl - spiega Bruno Deola dello staff di Segreteria della Cisl Belluno Treviso - sostiene con convinzione queste forme di welfare sanitario frutto della contrattazione sindacale e che vanno ad affiancare e integrare la sanità pubblica, rappresentando un’opportunità importante per i lavoratori, sia per la cura che per la prevenzione». «Queste occasioni di prevenzione sono importanti perché permettono al Fondo di perseguire l’assistenza sanitaria integrativa territoriale a fianco delle proprie parti costituenti nelle iniziative locali ritenute più significative - spiega Jimmy Trabucco, direttore del Fondo SANI.IN.VENETO - e di garantire una strategia di prossimità e di contatto per una migliore informazione agli iscritti delle tutele esistenti e di tutti i miglioramenti delle prestazioni che il Fondo ha saputo attuare in questi anni grazie all’autogestione. Ne sono un esempio i maggiori rimborsi per le cure odontoiatriche e il nuovo pacchetto maternità, che supporta le future mamme con un rimborso fino a 5.000 euro nella procreazione medica assistita, nella gravidanza e nel primo periodo di vita del bambino».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SANI.IN.VENETO è il fondo regionale costituito nel 2013 da Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani, Cgil, Cisl, Uil del Veneto che attualmente conta più di 137.000 mila iscritti di cui 29.500 in provincia di Treviso. Vi possono accedere i dipendenti delle imprese artigiane e i loro familiari, nonché titolari, soci e collaboratori di azienda artigiana o titolari di azienda con dipendenti. Il fondo consente ai lavoratori di beneficiare, tramite il versamento del proprio datore di lavoro, di una serie di prestazioni sanitarie integrative gratuite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento