Salute

Vacanzieri in rientro dalla Spagna, l'Ulss: "Isolatevi e fate subito un tampone"

Il Dg Francesco Benazzi: "La variante Delta è molto contagiosa, si trasmette facilmente e crea grossi problemi. Chiediamo a chi ritorna da viaggi all'estero di autodenunciarsi"

La quarta ondata in Europa (e non solo) è ormai una realtà. Continuano ad aumentare i casi in Spagna dove solo tre giorni fa sono state notificate 27.688 nuove infezioni (di cui la maggior parte sono di variante Delta) e 41 nuovi decessi, nonostante le Isole Baleari non abbiano comunicato i dati a causa di problemi tecnici. In totale, 4.069.162 persone sono state infettate dall’inizio della pandemia, mentre le vittime totali del virus sono 81.084. Ad impressionare è l’incidenza dei casi a 14 giorni, che è risultata pari 500,75 contagi ogni 100.000 abitanti, il dato più alto da febbraio. Come spiega El Pais, per la fascia di età tra i 20 e i 29 anni questo indicatore schizza fino a 1.581 casi. Cresce anche la pressione sugli ospedali con 238 pazienti in più nei reparti ordinari e 40 nelle terapie intensive. Non va meglio nel Regno Unito dove peraltro inizia a crescere anche il numero delle vittime. Negli ultimi giorni sono stati registrati 48.553 casi e 63 morti, il numero di decessi più alto dallo scorso 9 aprile.

Una situazione che preoccupa da vicino anche la Marca visto che sono molteplici i turisti trevigiani che continuano a recarsi in Spagna, soprattutto nelle isole, per trascorrere le vacanze. "La variante Delta è molto contagiosa, si trasmette facilmente e crea grossi problemi - dichiara il Dg dell'Ulss 2 Francesco Benazzi - Invito dunque chi ritorna in Italia da un viaggio all'estero, specialmente se da zone altamente a rischio come la Spagna o l'Inghilterra, di mettersi in autoisolamento per 10 giorni, autodenunciarsi alle Autorità e fare contestualmente un tampone, così si evita un'eventuale trasmissione del virus".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanzieri in rientro dalla Spagna, l'Ulss: "Isolatevi e fate subito un tampone"

TrevisoToday è in caricamento