menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavori nella succursale del liceo Veronese

I lavori nella succursale del liceo Veronese

Montebelluna, ripartono i lavori nella succursale del liceo Veronese

La ristrutturazione e l'adeguamento antisismico dell'edificio affidati alla ditta dei fratelli Bordignon. La dirigente scolastica, Rosita De Bortoli: «Sede pronta per settembre»

Mercoledì mattina, 10 marzo, è ripartito il cantiere di ristrutturazione e adeguamento sismico per la succursale del liceo Angela Veronese a Montebelluna. Ci sono tutti i presupposti perché, con l'inizio del nuovo anno scolastico, anche questa ala dell'istituto possa nuovamente accogliere gli studenti, attualmente distribuiti in ben tre sedi.

L'avvio del cantiere aveva infatti reso inevitabile, già dall'anno scolastico 2019/2020, la chiusura dello stabile dietro la sede centrale con trasferimento di varie classi all'oratorio e in un paio alla scuola media Papa Giovanni. Solo una parte delle classi era quindi rimasta in viale Della Vittoria. La ditta dei fratelli Bordignon (la stessa che aveva ristrutturato, ad esempio, la barchessa Manin e Villa Pisani) ha accettato di accollarsi il lavoro. Il cantiere era stato avviato da un'altra ditta che si era aggiudicata l'appalto per l'intervento, indetto dalla Provincia. In verità, però, per oltre un anno il lavoro non è, nella sostanza andato avanti tanto da indurre l'ente appaltatore a risolvere il contratto. E' per questo che la ditta Bordignon, arrivata seconda all'epoca, è stata contattata.

La stessa, pur non essendo formalmente obbligata ad accettare, lo ha fatto sulla spinta della fiducia dimostrata da tutte le parti coinvolte. «Il nostro obiettivo - dice ora Gianantonio Bordignon, uno dei titolari - è quello di consegnare la scuola per l'inizio di settembre. Probabilmente, per quella data mancherà l'intervento sulla palestra, che verrà sopraelevata». La positiva evoluzione della questione è frutto dell'impegno congiunto della scuola, della Provincia e del Comune. «Abbiamo unito le forze e alla fine ce l'abbiamo fatta - afferma la dirigente scolastica Rosita De Bortoli - La situazione è stata molto travagliata e il risultato raggiunto è frutto della collaborazione di tutti. Ringraziamo la Provincia, in particolare il direttore generale Carlo Rapicavoli e l'ingegner Marina Coghetto, l'assessore all'istruzione Claudio Borgia e la ditta Bordignon per aver preso in mano il cantiere e attendiamo fiduciosi che passino questi mesi nella speranza di poter ritrovarci, con il nuovo anno scolastico, tutti riuniti nella nostra scuola».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento