Turismo social a Treviso: incontro al femminile tra influencer e imprenditrici del centro

Test di storyliving riservato alle donne. Le trevigiane del centro storico protagoniste di un “set cinematografico”. Influencer in città per le storie delle imprenditrici

Il nuovo trend dei viaggiatori è il turismo esperienziale. Un luogo non si visita, si conosce attraverso le parole e il rapporto diretto con i residenti. Tra gli innovatori che stanno disegnando queste nuove esperienze anche una trevigiana, Sylvie Scala, che è la prima in Italia a proporre servizi per imprenditori e hotel che vogliono cucire attorno al proprio territorio dei viaggi unici e indimenticabili, per far sentire i turisti “locali tra i locali”.

Il centro storico di Treviso sarà teatro di un test di questa frontiera per le vacanze, rivolta solo alle donne, che, partendo da una leggenda di inizio Novecento che si basa su un personaggio realmente esistito, secondo la quale una rabdomante da Conegliano arrivò nel capoluogo della Marca Trevigiana per trovare l’acqua, racconta la città in modo innovativo. Lo schema è semplice: le turiste, rigorosamente donna, incontreranno alcune imprenditrici del centro storico, che racconteranno la città ripercorrendo gli anni passati e le loro esperienze, collegate al Sile e alla dimensione acquatica della città. Storie di vita reale, non descrizioni dei monumenti, che andranno a comporsi in vari “set cinematografici”, gli stessi sui quali sta lavorando la regista Cristina Magoga di Officine Veneto, sempre presente ai tour. Scala si è ispirata infatti dal suo film “TreVisi” per la costruzione del prodotto turistico. «Ci sono voluti mesi, ma alla fine abbiamo elaborato un percorso attraverso una dozzina di donne, per ogni esperienza ne sceglieremo però solo alcune - spiega Scala - Dalle Suore Carmelitane all’insegnante di danza, passando per la gioielliera e la pasticcera: Treviso nasconde storie stupende, che solo le donne, seguendo il flusso dell’acqua, possono raccontare per emozionare chi, per la prima volta, visita la città o chi vuole conoscerne l’anima intima, quella che portano nel petto le residenti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel tour di presentazione, programmato per il pomeriggio dell’11 settembre, saranno presenti alcuni influencer, che pubblicheranno online l’esperienza in tempo reale con degli hashtag dedicati e video-riprenderanno le “interviste” delle turiste-sceneggiatrici alle imprenditrici-attrici. Alla fine del percorso, che dura circa tre ore con soste da una ventina di minuti l’una, sarà organizzata una sorta di verifica sul materiale raccolto. “La regista deciderà quale delle viaggiatrici sarà riuscita meglio a raccontare, col telefonino o con la fotocamera, la scena di vita reale che avranno appena vissuto”. Finita la fase di “test”, l’innovativo prodotto, concepito all’interno del progetto regionale dedicato allo storyliving e coordinato da Artes Incoming Tour Operator, sarà presentato ufficialmente al mondo dei tour operator dal 25 al 27 novembre 2019 al Bitesp, la Borsa internazionale del turismo esperienziale di Venezia. Gli alberghi interessati potranno proporre ai propri ospiti l’attività che durerà dalle due alle tre ore, in base alle scelte delle turiste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento