rotate-mobile
Sport

Il cambio di allenatore non basta: Benetton surclassata anche dai Leicester Tigers

I Leoni trevigiani sono stati sbranati dalle tigri inglesi nel giorno della quarta vittoria consecutiva dei cugini delle Zebre. Ormai è buio profondo in una stagione da dimenticare

TREVISO Buio profondo in casa Benetton. Nonostante l'allontanamento di Umberto Casellato e la scelta di Marius Goosen come head coach, i Leoni hanno subito sabato l'ennesima bruciante sconfitta di una stagione da dimenticare: Tigers che partono infatti subito forte, non appena trascorso il primo minuto di gioco Fitzgerald riesce ad oltrepassare palla in mano la linea di meta. Al 5’ occasione dalla piazzola per Ambrosini purtroppo il calcio non va a buon fine. Al 18’ touche in favore dei padroni di casa a ridosso della nostra linea dei 5 metri, gli inglesi creano una maul avanzante che va vicino alla linea di meta, Whitehouse si confronta con il TMO e non la concede; dalla mischia seguente l’abitro gallese a causa di una serie ripetuta di falli assegna meta tecnica in favore dei Tigers.

Al 28’ bella giocata di Burns che sfrutta un calcetto alto per scavalcare la linea difensiva del Benetton e servire Goneva che è il più lesto a raccogliere l’ovale ed andare in meta. Poco dopo arriva un cenno di reazione da parte dei leoni, Lazzaroni sollevato dai compagni conquista il pallone in aria, lo cede a Paulo che con un offload serve Pratichetti e lo mette in condizione di andare a schiacciare indisturbato in mezzo ai pali. Ambrosini trasforma. Al 36’ i Tigers sfruttano una touche in loro favore a cavallo della nostra linea dei 5 metri per trovare il varco giusto che li porta in meta con Thompstone. Termina qui la prima frazione di gioco con le squadre che vanno a riposo sul risultato di 28 a 7 in favore dei padroni di casa.

Ad inizio ripresa touche giocata rapidamente dai Tigers che sorprende gli uomini di Goosen, il mediano Youngs riceve palla e al termine di una corsa lungolinea di 60 metri va a schiacciare in meta. Al 53’ come già accaduto nel primo tempo altra azione che nasce dai piedi Burns, questa volta l’apertura sfrutta il calcetto per superare il suo diretto avversario ed andare in meta. Leoni che nonostante il parziale lottano su ogni pallone e si portano all’interno dei 22 inglesi con un bel calcio di Ragusi. Ma al 70’ Whitehouse dopo numerosi richiami estrae il cartellino giallo ai danni di Ferrari. Così alcuni minuti dopo, al termine di una prolungata azione i padroni di casa vanno nuovamente in meta con il neo entrato Pearce. Risultato finale: Leicester Tigers 47 Benetton Rugby 7.

Marcatori: 1’ meta Fitzgerald tr. Burns, 19’ meta tecnica tr. Burns, 28’ meta Goneva tr. Burns, 32’ meta Pratichetti tr. Ambrosini, 35’ meta Thompstone tr. Burns, 43’ meta Youngs, 52’ meta Burns tr. Burns, 75’ meta Pearce tr. Bell

Note: 70' giallo a Ferrari

Leicester Tigers: 15 Thomas Bell, 14 Adam Thompstone, 13 Matthew Tait, 12 Manu Tuilagi (51’ Peter Betham), 11 Vereniki Goneva, 10 Freddie Burns (65’ Bai), 9  Ben Youngs (47’ Jonathon Kitto), 8 Jordan Crane, 7 Tom Croft, 6 Michael Fitzgerald (63’ Laurence Pearce), 5 Graham Kitchener (41’ Sebastian De Chaves), 4 Dom Barrow, 3 Dan Cole (44’ Fraser Balmain), 2 Tom Youngs (C) (55’ Harry Thacker), 1 Logovii Mulipola (47’ Marcos Ayerza)

Benetton Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Andrea Pratichetti, 13 Samuel Christie (53’ Enrico Bacchin), 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Simone Ragusi, 10 James Ambrosini, 9. Alberto Lucchese, 8 Robert Barbieri (53’ Abraham Steyn), 7 Francesco Minto, 6 Marco Lazzaroni, 5 Jean-François Montauriol, 4 Filo Paulo (33’ Marco Fuser), 3 Salesi Manu (48’ Simone Ferrari), 2 Ornel Gega (48’ Davide Giazzon), 1 Alberto De Marchi (48’ Cherif Traore)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cambio di allenatore non basta: Benetton surclassata anche dai Leicester Tigers

TrevisoToday è in caricamento