rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Sport Conegliano

Due città in festa per Spinazzè, campione del mondo di triathlon cross under 23

A Ogliano festa a sorpresa dei compaesani del 23enne poi l’incontro con il sindaco Chies (Conegliano), il vicesindaco Posocco (Vittorio Veneto) e i compagni al Palafenderl

Festeggiamenti mondiali per Federico Spinazzè, che domenica scorsa, 31 ottobre, in Spagna si è laureato campione del mondo di triathlon cross under 23. Un grande risultato per un ragazzo che unisce sport e studio e che è sempre rimasto legato alla sua città, Conegliano, e alla frazione dove abita, Ogliano e alla sua società di sempre, Silca Ultralite Vittorio Veneto. Tra ieri, venerdì 5 novembre, e oggi, sabato 6 novembre, non sono mancati i momenti di festa e di riconoscimento per una grandissima impresa che gli ha permesso di colorare con i colori dell’iride il body della nazionale azzurra nella competizione che ha unisce nuoto, mountain bike e corsa a piedi.

Fin dal suo ritorno a casa, lunedì scorso, Ogliano ha accolto lo studente universitario con striscioni e bandiere disseminate tra le vie della frazione dove abita. Lo stesso sindaco di Conegliano, Fabio Chies, si era subito complimentato con il concittadino, oglianese appunto come lui. Ieri sera gli amici di sempre e i compaesani hanno preparato una festa a sorpresa che ha riempito di gioia un emozionato Federico. Tra l’ottantina di presenti, anche il sindaco Chies, l’assessore allo sport Primo Longo, oltre ad altri consiglieri comunali, Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto. A organizzare l’evento Walter Fellet, già presidente dell’allora Atletica Silca Ogliano, la prima società di atletica che ha accolto Federico nel 2010. Per tutti le emozioni delle grandi imprese di Spinazzè in un video montato da Mattia Fellet. Tanti complimenti, con il brindisi e il taglio della torta, sempre con papà Claudio e mamma Lara al suo fianco. Senza dimenticare l’Inno di Mameli.

Oggi pomeriggio invece il ritrovo con i compagni di squadra in aria Fenderl. Con l’occasione sono stati consegnati al sindaco coneglianese Fabio Chies e al vicesindaco vittoriese Gianluca Posocco due poster celebrativi del successo mondiale di Spinazzè. Entrambi i primi cittadini si sono detti molto orgogliosi del successo del ventitreenne, che ha portato in giro per il mondo il nome delle due città e che deve essere preso come esempio positivo per tutti i giovani del territorio. Come ha ricordato, il suo presidente Zanetti “questa è la vittoria dell’abnegazione, della caparbietà, della costanza, un successo che dimostra anche come con impegno e fatica si possa conciliare lo sport con lo studio”.

Davvero un 2021 da ricordare per lo studente universitario magistrale in alimentazione e nutrizione umana che in primavera si era messo al collo l’argento under 23 nel campionato italiano di duathlon sprint. Per Spinazzè nelle categorie giovanili dieci titoli italiani tra individuali e staffette, un altro titolo italiano under 23 (olimpico no draft), oltre a un paio di podi e un altro oro mondiale, quello di duathlon conquistato con la staffetta mista junior nel 2016. Il pomeriggio in area Fenderl è proseguita con la riunione tecnica societaria di programmazione della stagione 2022, con i genitori e gli atleti di atletica e triathlon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due città in festa per Spinazzè, campione del mondo di triathlon cross under 23

TrevisoToday è in caricamento