menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'iniziativa Teddy Bear Toss durante la partita (foto De Longhi Basket)

Un momento dell'iniziativa Teddy Bear Toss durante la partita (foto De Longhi Basket)

Il Treviso Basket torna alla vittoria: la Mobyt Ferrara cede per 67-55

Ottima prova degli uomini di coach Pillastrini che finalmente recupera diversi infortunati e mantiene il primo posto in classifica con Ravenna

VILLORBA - Torna alla vittoria Treviso e lo fa in maniera convincente contro Ferrara, squadra che sulla carta avrebbe dovuto avere una posizione di classifica più alta, ma che sta incontrando più difficoltà del previsto in questo campionato.

Pronti-via e Coron Williams spara subito un tiro in sospensione in uscita dai blocchi: inizia così una pioggia di peluche (il Teddy Bear Toss) che ricopre il parquet del Palaverde. È una gioia per gli occhi e una festa per grandi e piccini, per un’iniziativa dallo scopo totalmente benefico (per maggiori dettagli consultate la pagina Facebook de “La Giornata Tipo”, che ha promosso l’evento assieme a LNP). Rimesso rapidamente ordine in campo, si riprende a giocare e al terzo giro di lancette è già 8-0 per la De’ Longhi, con Ferrara che appare stordita dalla pressione difensiva organizzata da Pillastrini. Hasbrouck scalda la mano, ma Coron Williams è implacabile: appena ha mezzo metro libero alza la mano e sono sempre due o tre punti che vanno a segno (11 punti con 5/5 al tiro nei primi 10’). Il primo quarto di gioco termina con la De’ Longhi avanti di sei lunghezze (19-13).

L’attacco di Treviso si inceppa nel secondo quarto (solo quattro punti nei primi quattro minuti) e gli ospiti rosicchiano qualcosa, trovando canestri ad alto coefficiente di difficoltà e aiutati anche dalla buona sorte. Coach Pillastrini chiama allora time-out e al rientro Powell deposita a canestro altri due punti, salendo a quota 9. Il gioco in attacco ritorna fluido e un pazzesco recupero+assist di Fantinelli (con canestro di Rinaldi) fa esplodere il Palaverde, ormai “totalmente dipendente” da questi ragazzi. Altro assist di Fantinelli (4 a metà gara), stavolta per il contropiede di Fabi, ed è +9. Il temibile Hasbrouck (per la verità ben limitato dalla difesa trevigiana, e costretto a basse percentuali) realizza il canestro con cui si chiude il secondo quarto di gioco sul 33-27 in favore della De’ Longhi. Da segnalare i 24 rimbalzi strappati dalla De’ Longhi (Powell già con 12) mentre sono pessime le percentuali da tre per entrambe le squadre (1/9 per Treviso, addirittura 1/14 per la Mobyt, che ha anche 2/9 ai liberi).

Inizia il terzo quarto di gioco e subito arriva l’alley-hoop di Rinaldi per Powell: un’azione che finirà sicuramente nella top 10 della settimana. E il vantaggio arriva in doppia cifra col successivo canestro di “Tommy”. Lo spauracchio Hasbrouck commette il suo terzo fallo, ma rimane in campo. Intanto la De’ Longhi scalda la mano anche dalla distanza, andando a segno prima con Fabi, poi con Powell. Stoppata pazzesca di Marshawn su Benfatto, canestro in contropiede di Williams, assist di Fantinelli per Powell e il vantaggio arriva a 20 punti: siamo solo al 26’, ma la partita sembra già indirizzata. Altra stoppata di Powell, altra tripla dell’americano, altro boato degli oltre quattromila del Palaverde. Il quarto finisce con la De’ Longhi in vantaggio per 55-33, con Ferrara che ha realizzato solo 6 punti in 10’.

Come già successo altre volte quest’anno, Treviso si rilassa quando il vantaggio è sopra i venti punti. E Ferrara ne approfitta per provare a rientrare, piazzando un break di 12-2 che costringe Pillastrini al time-out quando mancano sette minuti da giocare. Rientra in campo Fantinelli (ottima davvero la sua partita) che organizza perfettamente il gioco assieme a Pinton. Un paio di canestri di esperienza di Rinaldi tengono Ferrara a debita distanza, ma gli estensi ci provano fino alla fine, rientrando anche a -9, ma è tardi per recuperare. Treviso vince per 67 a 55 e festeggerà il Natale da prima in classifica. Le final six di coppa Italia sono sempre più vicine.

DE’ LONGHI TREVISO – MOBYT FERRARA 67-55 (19-13; 33-27; 55-33)

De’ Longhi Treviso: Williams 18 (6/7, 2/7), Pinton (0/2, 0/1), Malbasa ne, Fabi 7 (2/6, 1/3), Busetto ne, Cefarelli, Fantinelli 2, Powell 23 (7/13, 2/3), Rinaldi 12 (6/12, 0/2), Negri 5 (1/2), Vedovato. All: Pillastrini

Mobyt Ferrara: Huff (0/2, 0/2), Bottioni, Castelli 4 (2/3, 0/2), Amici 11 (4/7, 1/6), Ferri 6 (0/3, 2/3), Casadei 6 (3/5, 0/3), Benfatto 9 (4/10), Pipitone 2 (1/3), Verrigni ne, Proner ne, Ghirelli ne, Hasbrouck 17 (5/10, 2/11). All: Martelossi

Arbitri: Enrico Bartoli, Riccardo Bianchini e Giacomo Dori

Note: Spettatori 4.104; Tiri da due: Treviso 22/42, Ferrara 19/43; Tiri da tre: Treviso 5/16, Ferrara 5/27; Tiri liberi: Treviso 8/16, Ferrara 2/13; Rimbalzi: Treviso 13+25 (Powell 6+12), Ferrara 16+21 (Benfatto 4+4); Assist: Treviso 15 (Fantinelli 5), Ferrara 13 (Casadei 5); Palle perse: Treviso 12 (Fantinelli e Rinaldi 3), Ferrara 15 (Benfatto 5); Palle recuperate: Treviso 8 (Fabi e Negri 2), Ferrara 7 (Amici 3); Usciti per 5 falli: nessuno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento