menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della partita (Credits: Ufficio stampa Savino del Bene)

Un momento della partita (Credits: Ufficio stampa Savino del Bene)

Imoco Volley asfalta Scandicci in tre set: 17esima vittoria di fila

Mercoledì 13 gennaio la prima trasferta del 2021 per le Pantere si è conclusa con una netta vittoria in casa della Savino Del Bene. In apertura l'omaggio a Paolo Sartori

Prima trasferta del nuovo anno per l’Imoco Volley che fa visita alla Savino del Bene Scandicci nel recupero della 3° di ritorno. Le Pantere non fanno sconti nemmeno alla “contender” toscana di coach Barbolini, che dopo la semifinale di Supercoppa e l’andata al Palaverde, per la terza volta viene sconfitta al cospetto del team gialloblù, anche stavolta con un netto 3-0.

L’inizio gara è tutto della Savino che con Vasileva e un’ottima Courtney riesce a chiudere lunghi scambi (8-5); gli errori ripetuti al servizio delle ospiti (5 nel set) favoriscono le toscane che allungano fino al 10-5, allarme rosso e coach Santarelli chiede time out. A questo punto capitan Wolosz si affida alle sue centrali, prima Fahr (attacco e muro, 4 punti nel set), poi Butigan (4 anche per “Bibi”) fanno a fette la difesa avversaria e l’Imoco risale con un minibreak 4-0 fino al -1. Merlo è brava in difesa e con i suoi recuperi Scandicci riesce a restare in testa (14-12), ma il “diesel” delle Pantere sta carburando e un bel rush di Miriam Sylla (2 attacchi e un muro) permette prima il pareggio a quota 15 poi il sorpasso (17-20) quando anche Kim Hill entra in partita con un bell’attacco. L’emergente croata Butigan, sempre più calata nel ruolo di centrale “frizzante”, piazza un muro su Vasileva che fa vedere il traguardo a Conegliano (18-22), ma la fuoriclasse bulgara assieme all’americana Courtney (6 punti a testa nel set) riavvicina pericolosamente le toscane fino al -1 (21-22). Qui l’Imoco tira fuori il suo cinismo, Moki De Gennaro continua a ricevere palloni di alta precisione (100% nel set!), in attacco Egonu (5 punti nel set), Sylla e Fahr fanno la voce grossa e arriva il 22-25 finale.

Nel secondo set si inizia senza sussulti, le due squadre fanno vedere ottime cose nelle situazioni di cambio-palla eludendo il muro-difesa avversario e l’equilibrio regna sovrano fino al 15-15. Nell’Imoco è entrata Mckenzie Adams per una Hill sottotono, per Scandicci c’e’ Lucia Bosetti al posto di Drewniok come “falso” opposto, ma il divario resta sempre minimo. Conegliano prova a spingere di più in battuta per fare il break, Asia Wolosz consegna a Egonu palloni invitanti che l’opposta azzurra spara a terra senza complimenti e arriva il primo break (17-20) che manda l’Imoco avanti allo sprint finale. Coach Barbolini prova ad arginare la fuga gialloblù con un paio di time out,  ma Conegliano marcia spedita, gran attacco di Adams per il 19-22. Entra Caravello in battuta, si lotta sui palloni finali con Scandicci che combatte, Lubian va a segno, ma la squadra di casa deve arrendersi a Paola Egonu (8 punti nel set!) che chiude con un ace per il 20-25 che mande le Pantere sul 2-0. Molto diverso invece il terzo set con l’Imoco che non vuole correre rischi e prova a scappare subito (3-8), costringendo Scandicci a un altro time out. L’inerzia è dalla parte gialloblù, Wolosz e compagne volano 4-10 mettendo una seria ipoteca sul set già dall’avvio. Ormai il motore della squadra di coach Santarelli è al massimo dei giri e si fa durissima per Scandicci imbastire una rimonta: 6-13 con le Pantere che non sbagliano un colpo, difendono tutto con la “regia” di De Gennaro, mentre la capitana può scegliere le sue bocche da fuoco, con precedenza alle “gemelle” Egonu (17 punti alla fine) e Sylla (15). Entra l’azzurra Pietrini per la Savino, priva di Stysiak (per l’Imoco sempre out Folie), ma il set è segnato e le Pantere si divertono a mettere in mostra tutto il meglio del loro sconfinato repertorio. Il vantaggio si dilata (11-20) e non ci sono particolari problemi per chiudere set (15-25) e partita (0-3). E’ il 17° successo su 17 gare giocate in campionato per la “schiacciasassi” gialloblù ora a quota 51 punti dopo il recupero in terra toscana. Ora per l’Imoco Volley, sempre capolista incontrastata con tutte vittorie finora nelle 17 gare disputate, arriverà domenica al Palaverde la visita della Bartoccini Perugia con due volti cari ai tifosi gialloblù, coach Davide Mazzanti per la prima volta da avversario dopo i due anni sulla panchina gialloblù e la capitana del primo scudetto, Serena Ortolani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento