menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine del match

Un'immagine del match

Esordio amaro per la Came Dosson in Serie A: tanto cuore, ma con Rieti finisce 5-3

Il debutto è stato pieno di tensione, ma di fronte i trevigiani avevano i vicecampioni d'Italia guidati da Mario Patriarca, quel Real Rieti già impegnato nel Main Round di Uefa Futsal Cup

CASIER La trentaquattresima edizione del campionato di Serie A di calcio a 5 è iniziata. Venerdi sera alle 21 è stato poi l'esordio assoluto per i trevigiani della Came Dosson, un giorno storico quindi per la giovane società del presidente Alessandro Zanetti ospite al Palamalfatti di Rieti. La squadra dossonese, vittoriosa l'anno scorso del girone A di Serie A2 e della Coppa Italia di Serie A2, si è presentata alla prima in A non al completo. Non sono stati infatti della partita lo squalificato Crescenzo, il capitano Bellomo e il neo acquisto Xandò. I ragazzi di mister Rocha hanno però dato tutto in questo debutto, convinti fin da subito della solidità del gruppo vincente dell'anno scorso e dalla forza dei nuovi innesti Miraglia, Schiochet e Boaventura.

Di fronte però avevano i vicecampioni d’Italia guidati da Mario Patriarca: il Real Rieti, impegnato nel Main Round di Uefa Futsal Cup da mercoledì 12 a sabato 15 ottobre, e che può contare su una rosa molto ampia, a partire dai reduci della scorsa stagione, capitan Micoli, Corsini, Jeffe, Saul e sui nuovi arrivati Halimi, Pedro Toro, Duio, Turmena, Brizzi, Vieira e Cesaroni. E' stata perciò una sfida molto complicata per i ragazzi della Came, i quali ha cercato già dal primo minuto di lottare per ottenere punti importantissimi per raggiungere il sogno Salvezza.

Va comunque a sprazzi il Real Rieti che al PalaMalfatti riesce comunque a fare bottino pieno contro una Came Dosson che gioca con un cuore infinito e con le idee piuttosto chiare. Viene fuori nel secondo tempo la squadra di Mario Patriarca, che si complica anche la vita da sola. Dopo l’avvio con l’1-2 firmato Luizinho e Vieira il Real cala, mentre gli ospiti prendono coraggio. Belsito accorcia in contropiede, poi Bonaventura fa 2-2, punteggio con cui le squadre vanno al riposo. Nella ripresa il Real preme in maniera costante, colpisce legni, crea e spreca, fino a quando Jeffe non fredda Miraglia riportando in vantaggio i suoi. Il Real dopo il vantaggio si scioglie, Saul segna il 4-2 direttamente dalla sua metà campo, poi chiude i conti ancora Jeffe, servito splendidamente da Duio. Mister Rocha inserisce il portiere di movimento che porta al gol del definitivo 5-3 realizzato ancora da Boaventura. Ora arriva la settimana più importante della storia del Real Rieti, che a Foligno cercherà di entrare tra le prime sedici squadre in Europa.

IL TABELLINO

Real Rieti: Guennounna, Halimi, Corsini, Martinelli, Romano, Jeffe, Duio, Luizinho, Vieira, Cesaroni, Micoli, Rafinha, Saul. All. Patriarca
Came Dosson: Vascello, Belsito, Bordignon, Siviero, El Hamoudi, Vavà, Schiochet, Miraglia, Rosso, Boaventura. All. Rocha
Arbitri: Vannucchi di Prato e Burattoni di Lugo di Romagna. CRONO: Gianni Maurizio Vecchione (Terni)
Reti: 0’46” Luizinho, 4’59” Vieira, 11’35” Belsito, 16’23” Boaventura, 14’40” st Jeffe, 16’39” Saul, 17’29” Jeffe, 19’08” Boaventura.
Note: ammoniti Rafinha, Saul, Micoli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento