L'Imoco Volley riparte subito dopo la sconfitta con Perugia e batte Chieri 3-0

Le Pantere chiudono il match in poco tempo e danno il via alla festa Mondiale” con tutti i tifosi accorsi in massa al Palaverde

Lo striscione della curva prima del match

Dopo la prima sconfitta stagionale per 3-2 nell’infrasettimanale a Perugia, l’Imoco Volley torna a casa per la prima volta dopo il Mondiale ricevendo la Reale Mutua Fenera Chieri reduce dalla grande vittoria sul campo di Novara. Coach Santarelli in questo periodo continua a ruotare le sue pedine schierando oggi in campo Wolosz-Egonu, Hill-Sorokaite, De Kruijf-Ogbogu, libero De Gennaro; risponde coach Bregoli con Poulter-Grobelna, Guerra-Enright, Rolfzen. 

Il pubblico, accorso in massa al Palaverde per la partita e per l’appendice speciale con la festa per il titolo iridato che seguirà il match, nel primo set assiste a un inizio con qualche errore da entrambe le parti e Chieri più lesta ad approfittarne per allungare 5-8. Con le battute di una Sorokaite in grande crescita e i muri di Egonu e Ogbogu l’Imoco risale e con un bel break 8-2 avanza fino al 13-10. Nonostante Grobelna non sia efficace in attacco (0/9 nel primo set) Chieri ha la forza di rientrare con Perinelli ed Enright, fino al 14-14. Poi pero’ si scatenano le Pantere che prendono ritmo e trovano soluzioni vincenti con Egonu (6 punti) e Sorokaite, aiutate da una splendida Chiaka Ogbogu (5 punti nel set). Le Pantere dettano legge fino al 25-19 che chiude il primo set.

Nel secondo set l’equilibrio è solo nella fase iniziale (8-6), prima che i muri di Chiaka Ogbogu scavino il solco: 13-8. Il ritmo impresso alla gara da De Gennaro e compagne è notevolissimo, la Reale Mutua Chieri non può resistere anche se Grobelna inizia a mettere a terra qualche pallone. Sorokaite mette a ferro e fuoco la ricezione ospite e Conegliano scappa sempre più lontana fno al 17-9. Un sussulto al centro con Akrari (la migliore dei suoi) riporta Chieri a distanza accettabile (18-12), ma l’Imoco torna a spingere con difesa e i punti di De Kruijf, sia a muro che in battuta (13 alla fine con 3 blocks): 25-16 e l’Imoco comanda le operazioni 2-0.

Nel terzo set l’Imoco gioca a ritmi “mondiali” : Egonu va in battuta e martella, De Kruijf mura e contrattacca, Wolosz si diverte dopo le belle difese delle compagne e da 2-2 le Pantere volano disintegrando ogni resistenza avversaria fino al 12-2 con un 10-0 imperioso.che chiude i discorsi. Ogbobu come la collega olandese chiuede la saracinesca (8 punti, 3 muri). Il resto, nonostante i numerosi cambi della panchina piemontesi e i guizzi di Akrari ed Enright, è un monologo gialloblù con anche il positivo ingresso di Geerties fino al nuovo 25-16 che chiude il match e dà il via alla festa Mondiale” al Palavrde.

IMOCO VOLLEY – REALE MUTUA FENERA CHIERI 3-0 (25-19, 25-16, 25-16)

Imoco: Sorokaite 8, Hill 8, Geerties 2, Wolosz, De Gennaro, Ogbogu 8, De Kruijf 13, Egonu 13, Enweonwu 2, Botezat ne, Fersino, Gennari, Sylla ne, Folie ne.

Chieri: Guerr, Akrari 6, Grobelna 5, Perinelli 4, Rolfzen 3, Poulter 1, De Bortoli (L), Enright 7, Meijers.4, Bosio, Non entrate: Guarena, Laak, Mazzaro, Lanzini. All. Bregoli.

Arbitri: Vagni e Papadopol

Durata set: 26′,23′,22′

Spettatori: 4.430

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: Battute sbagliate Imoco 11,Chieri 7; Aces 5-0 ;Muri 7-6 ; Errori attacco : 9-12. MVP: Ogbogu

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento