menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto del match (credit Gregolin)

Una foto del match (credit Gregolin)

Imoco stratosferica al Palaverde: contro il Fenerbahce continua la legge del 3-0

Anche il fortissimo Istanbul si deve inchinare alla forza delle Pantere che distruggono la resistenza delle turche a suon di muri (12), aces (8) e un gioco praticamente perfetto

Una Conegliano stellare gioca una partita degna di una finale dando un’impressionante dimostrazione di forza al Palaverde. Anche il fortissimo Fenerbahce Istanbul si deve inchinare alla forza delle Pantere che distruggono la resistenza delle turche a suon di muri (12), aces (8) e un gioco praticamente perfetto che consegna all’A.Carraro Imoco Conegliano la terza vittoria in tre giorni (17 vittorie in fila da inizio stagione!) e la testa del girone B di Champions League dopo le prime tre giornate disputate da martedì a oggi al Palaverde

Finalmente è arrivato il momento della grande sfida, attesissima, tra le Pantere dell’A.Carraro Imoco Conegliano e il Fenerbahce Istanbul, entrambe a punteggio pieno dopo le prime due giornate.In palio stasera sotto i riflettori di Rai e Sky il primato nella Pool B della Cev Champions League, che ha visto in questi tre giorni completarsi nella “bolla” del Palaverde tutto il girone d’andata. Coach Santarelli dopo il turnover delle prime due giornate schiera in avvio Wolosz-Egonu, Sylla-Hill,De Kruijf-Fahr, libero De Gennaro. Il Fenerbahce, che ieri sera ha sudato per cogliere la seconda vittoria (3-1) con le slovene del Calcit, ha in campo Aydemir-Vargas, Mihajlovic-Busa, Babat-Erdem, libero Yilmaz.

Il primo punto è di Erdem per le turche, ma replica immediatamente Miriam Sylla e le due squadre iniziano a darsele di santa ragione: Fahr tocca a muro, Wolosz spinge, Egonu e Sylla sparano e Conegliano parte bene sul 4-1. Sarah Fahr chiude la porta all’attacco ospite e mura il 6-3, poi le Pantere dimostrano di essere in serata di gala e scappano alzando ancora il ritmo con le battute incendiarie di Paola Egonu (2 aces), i muri di Hill e i contrattacchi pirotecnici del due Wolosz-De Kruijf. Il turno al servizio di un’ Egonu in formato extraterrestre scava il 6-0 che porta Conegliano al 12-4. Prima Kim Hill, poi De Krujf danno spettacolo in attacco con colpi di alta scuola, mentre la squadra di coach Terzic si affida a Vargas e Busa, ma l’A.Carraro Imoco è “elettrica” e mantiene altissimo il volume del gioco, Hill chiude un bello scambio per il 17-10. Sul 18-11 entra Caravello, ma la scena è tutta per Egonu che difende e Hill che mura Vargas, 20-12 e c’è timeout per le turche. Kim e Paola sono scatenate in attacco (6 punti a testa nel set), Sylla riceve bene e Wolosz oltre a dare gran velocità al gioco va anche a murare il 23-14 (5-0 il conto dei muri nel set). C’è anche un ace di Gennari prima della chiusura affidata al muro di De Kruijf su una Vargas marcatissima (2 errori e 3 murate subite): 25-14 e il primo set è gialloblù.

Due battute velenose della serba Busa aprono il secondo set, ma Egonu rompe subito il minibreak della squadra turca. Il muro a tre presentato da coach Santarelli sulla palla alta del Fenerbahce continua a dare buoni frutti, Hill blocca Mihajlovic ed è 3-2, ma risponde Erdem con block e successivo ace, Istanbul allunga 3-5. Stasera le Pantere sono concentratissime, Wolosz mura, “The Queen” attacca e torna la parità a quota 6. Sarah Fahr tocca tantissimi palloni a muro, Hill e Moki De Gennaro con una serie di difese-monstre costringono il Fener a faticare prima divedere il pallone a terra e il match offre momentidi grande spettacolo, purtroppo “solo” per il pubblico televisivo viste le porte chiuse. Egonu e Vargas, le “bomber” designate delle due squadre, colpiscono da seconda linea e si resta appaiati, 13-13. Babat mura e riporta a +2 le turche (13-15), poi un errore in attacco regala il +3 (14-17) alle ospiti e coach Santarelli chiama time out. La sospensione ha un effetto benefico sulla squadra veneta: Sylla imbastice la rimonta con un paio di colpi di forza, Vargas sbaglia e si torna pari in un amen: 17-17. Non è lo stesso per il time out di coach Terzic, che alla ripresa deve assistere a due punti in fila di un’ottima Miriam Sylla e un ace di capitan Wolosz per il sorpasso 20-17. La regista polacca poi fa divertire anche Fahr con due attacchi vincenti , poi Hill ricama e l’A.Carraro Imoco scappa via irraggiungibile 23-18. La chiusura è affidata a Egonu per il 25-19.

Il terzo set vede subito l’allarme rosso per la ricezione ottomana sulle botte di Egonu (3-0), ma la squadra ospite risale e pareggia con il braccio potente di Mihajlovic. Moki De Gennaro sciorina difese importanti, De Kruijf (8 punti, 3 muri, 67% in attacco alla fine) colpisce dal centro, ma il Fener tiene botta. Sull’8-7 brividi per l’uscita di Sylla, che ricade male dopo un attacco subendo un colpo alla schiena, entra Mckenzie Adams e si fa subito notare in difesa. Sull’11-11 è Egonu-show (finirà con 18 punti, 4 aces, 1 muro), difesa dell’azzurra e contrattacco micidiale per il 12-11, poi riceve anche un cartellino giallo per proteste. La squadra gialloblù macina gioco con grande aggressività e a furia di colpi la resistenza orgogliosa del Fenerbahce viene meno e Conegliano scappa via 18-14 dopo un ace di capitan Wolosz. La cubana Vargas (limitata a 8 punti complessivi) prova ad accendersi, ma le turche non sono in grado di tenere il ritmo indiavolato di De Gennaro e compagne che fanno il vuoto. Due “monster blocks” di Egonu e Hill, le due Pantere che hanno già in carniere una Champions (ma non conquistata con l’Imoco), scavano il margine che manda in fuga l’A.Carraro Imoco: 22-15. Minibreak 4-0 di un Fenerbahce che non vuole mollare e si rifà sotto grazie anche a due errori di casa (22-19), ma il gap è evidente, Fahr regala a muro il 23-19. Caravello, appena entrata, difende in tuffo, Wolosz serve a Hill (12 punti e 4 muri alla fine) una palla senza muro per il 24-19, propiziando il punto finale a muro di Robin De Kruijf per il 25-19 che chiude di prepotenza un incontro dominato in lungo in largo dalle Pantere di casa, che chiudono imbattute il girone e allungano a 17 la striscia vincente stagionale.

Si chiude così il torneo del Palaverde dopo tre giorni di grande volley, il ritorno con identica formula a fine gennaio a Nantes. Ecco la classifica dopo il girone d’andata della Pool B: A.Carraro Imoco  9 (3 vittorie) , Fenerbahce  6 (2 vittorie), Nantes 3 (1 vittoria), Calcit 0.

A.CARRARO IMOCO CONEGLIANO – FENERBAHCE ISTANBUL 3-0 (25-14, 25-19, 25-19)

Imoco: Wolosz 4,Egonu 18,Fahr 6,De Kruijf 8,Hill 12,Adams 1,De Gennaro ,Sylla 6,Gennari 1,Caravello,Butigan ne, Gicquel ne,Omoruyi ne, Folie ne. All.Santarelli

Fenerbahce: Ylmaz , Aydemir 2,Vargas 8,Mihailovic 10, Kestirengoz ne, Kurt ne, Erdem 6,Toksoy Guidetti , Babat 1, Busa 6, Baskir ne, Guctekin ne, Sengun ne. All.Terzic

Arbitri: Maroszek e Cambré

Durata set:21′,24′,26′

Note: Errori battuta Co  7,Fe  9; Aces: 8-3 ; Muri 12-3 . MVP: Wolosz

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Picchiate e rapinate, l'imputato: «Mi hanno rubato in casa»

  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento