Coronavirus: Treviso Basket riprende ad allenarsi a porte chiuse

Martedì 25 febbraio la prima squadra trevigiana è tornata in campo alla palestra di Sant'Antonino in vista dei prossimi impegni di campionato. Resta sospesa l'attività delle giovanili

La Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Basket Serie A, la Lega Nazionale Pallacanestro e la LegA Basket femminile, preso atto dei provvedimenti governativi e regionali in tema di salvaguardia della salute pubblica, ha disposto la sospensione, ed il rinvio, di tutte le gare del prossimo turno di Serie A, A2 e B maschile, della Serie A1 e A2 femminile. La Federazione continuerà ovviamente a monitorare con il massimo scrupolo l'evolversi della situazione sul territorio Nazionale, riservandosi di assumere ulteriori provvedimenti. Di conseguenza la partita di domenica 1 marzo al Palaverde tra De' Longhi Treviso e Aquila Trento è rinviata a data da destinarsi. Nei prossimi giorni verranno date esaustive comunicazioni a chi ha acquistato il biglietto in prevendita.

Dopo la prima ordinanza regionale sul Coronavirus, d’intesa con le istituzioni locali, Treviso Basket dal pomeriggio di oggi, martedì 25 febbraio, è tornata ad allenarsi nell'impianto sportivo di San Antonino. Gli allenamenti si terranno a porte rigorosamente chiuse. L’attività giovanile rimane sospesa per questa settimana fino a nuove comunicazioni. In attesa di indicazioni sullo svolgimento delle prossime gare di campionato viene sospesa la vendita dei biglietti per la prossima partita De’Longhi Treviso contro Dolomiti Energia Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento