rotate-mobile
Sport

Il Treviso Basket cerca di convincere capitan Fantinelli a restare e libera Saccaggi

La società trevigiana sta cercando in tutti i modi di trattenere il proprio play titolare per puntare insieme alla promozione in Serie A. Nel frattempo si attendo novità sul fronte Rinaldi

TREVISO La De' Longhi (girone Est) sta provando in questi giorni a provare a convincere capitan Matteo Fantinelli a restare ancora nella Marca rinunciando alle sirene di serie A che gli arrivano da Cantù per provare a conquistare sul campo la promozione nella massima serie con il club biancoazzurro. La società nel frattempo ha ufficialmente esercitato l’escape dal contratto con Andrea Saccaggi non prolungando quindi il rapporto attualmente in essere: "La società ringrazia calorosamente Andrea per la dedizione e l'impegno dimostrato nell'annata trascorsa insieme e gli augura buona fortuna per il prosiegiuo della carriera sportiva". Resta invece ancora in stand by la situazione di Tommaso Rinaldi, altro giocatore nei confronti del quale Treviso ha una clausola di uscita. 

La società, per quanto concerne il mercato in entrata, punta invece su Gherardo Sabatini per rinforzare il reparto esterni alla luce delle partenze di Davide Moretti e Andrea Saccaggi. Come riporta "Spicchi d'arancia", il playmaker del 1994, che in regular season a Ravenna aveva prodotto 6.9ppg e 1.8apg, ha quasi raddoppiato il suo fatturato nei playoff (13.4ppg e 2.0apg in 10 gare). Importante poi quanto scritto su Facebook, nella giornata di lunedì, dalla curva dei I Fioi dea Sud in merito al rischio di non tesseramento per la prossima stagione del jolly difensivo Dorde Malbasa:

L’ANIMA NON SI VENDE - La nostra storia recente è cominciata alle Piscine, cinque anni fa. Molta strada è stata fatta, molta strada è ancora da fare. Ciononostante, non vogliamo che ora venga dissipato lo spirito di quella stagione di speranza e di rinascita, lo consideriamo parte del nostro DNA. Allora, come oggi, in campo c’era un giocatore: DORDE MALBASA. Non possiamo permettere che, a causa di un regolamento restrittivo sui tesseramenti, il destino di Malbasa sia lontano dalla sua gente. Per cui, dato che i regolamenti stessi lo prevedono, dichiariamo la nostra possibilità a farci da garanti riguardo al pagamento della multa per il tesseramento. Qualora la società, tra le pieghe del bilancio, non fosse in grado di trovare i soldi per pagare la multa stessa, ce ne faremmo carico noi come Fioi dea Sud, assieme a chi volesse aiutarci in questo progetto. Siamo dell’idea che il basket, e lo sport in genere, non sia solo una questione di numeri e che ci siano delle logiche che vanno oltre la logica stessa. Con questo, non vogliamo mettere in difficoltà la società la quale è libera di fare le valutazioni del caso, tenendo sempre in mente, però, che siamo partiti in un certo modo e che questo spirito dovrà essere preservato a qualsiasi costo. Non siamo e non saremo mai una realtà assimilabile ad altre, non saremo Faust che vende la propria anima! Ci auguriamo che Dorde, la prossima stagione, come ha sempre fatto, possa contribuire a portarci dove abbiamo sempre meritato di stare!

18983207_10213450017868580_1799025970_n-2 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Treviso Basket cerca di convincere capitan Fantinelli a restare e libera Saccaggi

TrevisoToday è in caricamento