menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dei Fioi dea Sud durante il match (foto Treviso Basket)

Un'immagine dei Fioi dea Sud durante il match (foto Treviso Basket)

La De Longhi Treviso Basket vola in Coppa Italia: battuta Imola 91-76

Impresa degli uomini biancocelesti di coach Pillastrini che raggiungono, grazie al primo posto in classifica, le final six di Coppa Italia

TREVISOVittoria doveva essere e vittoria è stata. La sconfitta di sabato di Treviglio, superata da Piacenza, lasciava il match-point in mano alla De’ Longhi, padrona del proprio destino. Serviva una vittoria per conquistare matematicamente l’accesso alla final Six di coppa Italia a Rimini (dal 6 all’8 marzo), e la vittoria è arrivata grazie ad una prova da vera capolista, per una vittoria mai in discussione. TVB ha chiuso l’andata in vetta assieme a Ravenna con 22 punti (11 vinte e 4 perse), al secondo posto per lo scontro diretto.

LA CRONACA

Il primo canestro è del play ospite De Nicolao, cui risponde subito Fantinelli con un gioco da tre punti. Sospinta dal calore e dal tifo incessante di tutto il palazzo, Treviso fa capire subito perché si merita di giocare le finali di Coppa Italia: con due canestri a testa dei suoi totem, Rinaldi e Powell, si procura un primo break, col vantaggio che si dilata fino al +9 con la tripla di Fantinelli (15-6). Il play romagnolo è scatenato, assist, canestri, iniziative e l’attacco trevigiano decolla. Imola resta in scia, ma Fantinelli illumina il parquet con un paio di assist deliziosi e al 6’ il coach ospite Ticchi chiama time-out (19-12 per la De’ Longhi). Powell sfoggia un controllo perfetto del piede perno, Negri porta il suo solito prezioso mattoncino, così coach Pillastrini può completare la rotazione di tutti gli effettivi già nel primo quarto di gioco. Il parziale si conclude sul 30-19 per una De’ Longhi mai così prolifica (saranno 91 alla fine, record stagionale al Palaverde), che ha un mostruoso 46 complessivo di valutazione (a 9) e il controllo dei rimbalzi (16-7).

Treviso mantiene il controllo delle operazioni nel secondo quarto, con Imola che ha problemi di continuità, specie dalla lunga distanza. Il colored ospite Perry si dimostra una spina nel fianco della difesa biancoblu (38-31), ma è l’unico in grado di impensierire veramente Fabi e compagni. Proprio il capitano spara una tripla che riporta il vantaggio in doppia cifra. Un assist al bacio di Pinton per Powell e un canestro di Rinaldi aumentano il divario a 14 lunghezze e costringono Ticchi a rifugiarsi nuovamente nel time-out. Scippo di Fabi su De Nicolao, passaggio per Williams e altra tripla: esplodono i Fioi dea Sud e con loro gli oltre quattromila accorsi al palazzo per tifare i propri beniamini. Con un’altra tripla di Williams si conclude il secondo quarto di gioco sul 51-34 per la De’ Longhi.

Nel terzo quarto si accende la guardia ospite Bushati: l’italo-albanese spara tre triple in fila e prova a riaprire la gara (-10), ma Treviso mantiene alta la guardia e offre momenti di vero spettacolo, come il canestro di Rinaldi (18 punti, 12 rimbalzi e 7/11 per “Tommy”) direttamente sulla rimessa di Fantinelli o la schiacciata imperiale di “Powell-Bomb” (17 punti e 14 rimba alla fine). Williams continua a tirare (e segnare, avrà 11/20 dal campo con 7/11 da due) in fiducia totale e al 26’ è già +20 (66-46). Il vantaggio resta tale anche all’ultimo intervallo, con la De’ Longhi che ha il controllo dei rimbalzi (39-18).

Sembra fatta, invece come già accaduto per tre volte quest’anno, Treviso si rilassa e Imola piazza un 9-2 che riaccende una flebile speranza. Pillastrini allora chiama time-out e alla ripresa del gioco i suoi ragazzi recuperano palla, costringendo Imola all’infrazione di 24 con una difesa asfissiante. Fantinelli spinge ancora (11 punti e 5 assist), il “solito” Williams sblocca il punteggio, ma serve capitan Fabi, l’uomo dell’ultimo quarto (10 punti, 7 rimbalzi e 6 assist alla fine), per rimettere la partita in carreggiata: canestro in sospensione del capitano e assist smarcante (saranno ben 22 alla fine in totale!) per l’immancabile tripla di Coron Williams. E’ di nuovo +16 e questa volta la De’ Longhi (5 in doppia cifra con Williams a 26 top scorer) non lascia alcuno scampo agli avversari. Finisce 91-76, con gli oltre quattromila spettatori che hanno cori per tutti e che già stanno facendo un pensierino al weekend di grande basket che li aspetta a Rimini dal 6 all’8 marzo, coi loro beniamini pronti a recitare un ruolo da protagonisti.

DE’ LONGHI TREVISO – ANDREA COSTA IMOLA 91-76 (30-19; 51-34; 72-53)

De’ Longhi Treviso: Williams 26 (7/11, 4/9), Pinton (0/1, 0/6), Malbasa, Fabi 10 (2/5, 2/4), Busetto, Cefarelli (0/2), Fantinelli 11 (2/3, 2/2), Powell 17 (7/15, 0/3), Rinaldi 18 (7/10, 0/1), Negri 9 (3/3), Vedovato. All: Pillastrini

Andrea Costa Imola: Bushati 19 (3/5, 3/6), De Nicolao 4 (2/5, 0/1), Maganza 2 (1/1), Prato 3 (0/2, 1/3), Bartolucci 6 (0/2, 2/3), Anderson 10 (1/2, 2/5), Guazzaloca (0/1 da tre), Preti 4 (2/2, 0/1), Hassan 2 (1/4, 0/1), Perry 26 (8/11, 2/5). All: Ticchi

Arbitri: Daniele Caruso, Duccio Maschio e Andrea Longobucco.

Note: Spettatori 4.158; Tiri da due: Treviso 28/50, Imola 18/34; Tiri da tre: Treviso 8/25, Imola 10/26; Tiri liberi: Treviso 11/13, Imola 10/22; Rimbalzi: Treviso 20+28 (Powell 6+8, Rinaldi 6+6), Imola 8+17 (Perry 4+8); Assist: Treviso 22 (Fabi 6), Imola 12 (Bushati 3); Palle perse: Treviso 10 (Pinton e Rinaldi 2), Imola 8 (Prato 3); Palle recuperate: Treviso 5 (Fabi e Rinaldi 2), Imola 4 (Bushati 3); Usciti per 5 falli: Williams (38’ 05”)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento