menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine del match (foto De Longhi)

Un'immagine del match (foto De Longhi)

Il Treviso Basket ancora vincente al Palaverde: Bawer Matera battuta

I biancocelesti di coach Pillastrini sfoderano una prestazione di sostanza a battono 59-52 la Bawer. Trevigiani così ancora capolisti in solitario

VILLORBA - Torna alla vittoria la De’ Longhi e lo fa con una prestazione tutta cuore e con il coltello tra i denti per quaranta minuti. Vince Treviso e lo fa nonostante le assenze (Fantinelli e Busetto) e gli acciacchi vari (Cefarelli e Negri). Lo fa giocando con la testa e con il cuore nei momenti decisivi, dimostrando la sua forza di capolista, in una partita non semplice, contro un avversario che non ha concesso sconti.

Inizia la partita e Matera fa capire di non essere salita nella Marca per fare la comparsa: il primo canestro è di Bonessio con una bella azione personale, ma risponde subito Fabi con una tripla. I lucani difendono a tutto campo in maniera molto aggressiva e questo toglie lucidità in attacco a Pinton e compagni, che faticano a trovare la via del canestro. Al 4’ Powell viene richiamato in panchina con due falli sul groppone: al suo posto Vedovato. Si segna col contagocce e Treviso si affida soprattutto al tiro dalla distanza. Sul 10-8 per Matera rientra Matteo Negri dopo aver saltato l’ultima partita per l’infortunio alla caviglia, mentre per gli ospiti fa il suo ingresso il colored Richard, tenuto fuori dallo starting five con Di Lorenzo che gli ha preferito Tagliabue in questa occasione. Il gioco però non decolla e Matera trova buoni canestri che la spingono avanti fino al 17-9. Williams trova una tripla fuori equilibrio per accorciare e subito dopo Pinton lo imita con un jump in fade-away. E’ il canestro con cui si conclude Il primo quarto di gioco, con TVB sotto di tre punti (14-17).

Inizia il secondo quarto di gioco e Williams va subito in doppia cifra, realizzando il suo decimo punto personale (su 16 di squadra). Il punteggio rimane bloccato sul 17-16 pro Matera per tre minuti, con tanti errori da entrambe le parti. Pillastrini allora chiama time-out per parlarci su con i suoi. Powell commette il suo terzo fallo e allora è tempo per Cefarelli di riassaggiare il campo. Pinton piazza un altro splendido jump per il sorpasso (18-17), interrompendo così un digiuno complessivo di cinque minuti, poi Williams arma la mano letale per il +3. Vedovato piazza la sua seconda stoppata da applausi e Williams in transizione spara una granata che incendia il Palaverde: si alzano tutti in piedi a cantare per i ragazzi di coach Pillastrini! Ed è ancora Maurino Pinton a far saltare le coronarie agli oltre quattromila spettatori della serata, piazzando una tripla fuori equilibrio davanti alla sua panchina. Fallucca sblocca il tabellino degli ospiti quando mancano due minuti all’intervallo, ma l’inerzia è tutta di Treviso: prima Fabi, poi un positivo Cefarelli portano il vantaggio in doppia cifra (30-19). Williams piazza un’altra tripla. All’intervallo il divario è di 12 punti (33-21), con Williams che ne ha già messi 18. Molto bene anche la coppia Cefarelli-Vedovato sotto canestro (7 rimbalzi in due, oltre alle già citate stoppate del giovane lungo).

L’inizio della terza frazione di gioco fornisce la conferma che per Powell è una serata no: quarto fallo per Marshawn che si accomoda in panchina. Al suo posto entra Vedovato. Matera nel frattempo approfitta delle distrazioni difensive dei padroni di casa e in un amen è di nuovo in partita: parziale di 7-0. Ci pensa allora Williams, con la sua quinta tripla della serata, a ricacciare a -8 gli ospiti. La gara si mantiene in equilibrio fino all’ottavo minuto, poi Greene riporta i suoi a contatto con la sua terza tripla del quarto e Baldasso firma il -1. Problemi di falli per Fabi (3), mentre per gli ospiti il lungo Richard commette il suo quarto personale. E’ proprio il capitano di Treviso a siglare il canestro con cui si conclude il terzo quarto di gioco, con la De’ Longhi che ora ha un vantaggio di soli tre punti.

Inizia l’ultimo quarto di gioco e Matteo Negri si fa subito notare: scippo in difesa e tripla per l’esterno bolognese. Subito dopo esce Williams per una contrattura. La partita sale di intensità, volano anche colpi proibiti, con gli arbitri che hanno il loro bel da fare per tenere la situazione sotto controllo. Matera è sempre lì e sul 47-45 coach Pillastrini chiama time-out. Rientra Powell, Rinaldi segna in tap-in. Nell’azione successiva, Marshawn va su per schiacciare a due mani e Richards lo ferma commettendo il suo quinto fallo. E stavolta è Di Lorenzo a chiamare il minuto di sospensione, per organizzare la difesa senza il suo totem negli ultimi cinque minuti di gioco. Magia di Williams in attacco per il +7, invenzione pazzesca per il +9 ancora per Coron e il Palaverde è di nuovo in piedi a tributare il giusto riconoscimento ai suoi beniamini. Williams però si fa male nell’azione e lascia il posto a Negri. Matera ci crede ancora, piazza un 6-0 in un minuto che riapre i giochi. Rientra allora Williams e nell’ultimo minuto succede di tutto, tra contatti proibiti e falli non fischiati. Tre viaggi in lunetta con un bottino totale di cinque punti di capitan Fabi sanciscono il ritorno alla vittoria per Treviso, forse non brillantissima stasera, ma con una voglia di lottare e di vincere senza pari, il tutto davanti ad un pubblico come sempre numeroso, caldo e partecipe: sono loro, gli oltre quattromila del Palaverde, la vera forza di questa squadra.

De’ Longhi Treviso – Bawer Matera 59-52 (14-17; 33-21; 44-41)

De’ Longhi Treviso: Williams 25 (5/7, 5/7), Pinton 7 (2/6, 1/7), Moro ne, Fabi 14 (3/10, 1/3), Malbasa ne, Cefarelli 2 (1/1), Powell 1 (0/3,0/1), Rinaldi 5 (2/7), Negri 3 (0/2, 1/2), Vedovato 2 (1/3). All: Pillastrini

Bawer Matera: Cucco ne, Greene 21 (4/11, 3/4), Fallucca 9 (3/4, 1/3), Caceres 8 (3/9, 0/1), Richard (0/4), Baldasso 2 (1/1, 0/6), Giarelli (0/1 da tre), Circosta 1 (0/1, 0/2), Bonessio 2 (1/3), Tagliabue 9 (3/4, 0/3). All: Di Lorenzo

Arbitri: Scudiero di Milano, Pazzaglia di Pesaro e Barone di Brescia

Note: Spettatori: 4.138; Tiri da due: Treviso 14/39, Matera 15/37; Tiri da tre: Treviso 8/20, Matera 4/20; Tiri liberi: Treviso 7/10, Matera 10/20; Rimbalzi: Treviso 10+27, Matera 14+23; Assist: Treviso 13 (Pinton 6), Matera 4 (Circosta 2); Palle perse: Treviso 14 (Pinton e Rinaldi 3), Matera 14 (Greene 4); Palle recuperate: Treviso 7 (Cefarelli e Vedovato 2), Matera 7 (Greene 4); Usciti per 5 falli: Richard e Fallucca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento