rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Sport Casier

Bella vittoria della Came Dosson C5 contro Aosta: contro i valdostani finisce 6-5

Ennesima buona prova per i ragazzi di mister Rocha che contro Aosta rimangono concentrati e battagliano fino all'ultimo minuto. Ora energie e testa alla sfida contro Imola

CASIER Per la trediciesima di campionato la Came Dosson ritorna al completo dai colori sociali bianco-blu e scende in campo con Bonora tra i pali, Sviercoski sulla centrale a smistare palloni, Bordignon e Vavà per le scorribande laterali e capitan Bellomo per creare danni in area avversaria. Dalla sponda opposta l’Aosta C5 in completo “fluo” da trasferta di Mr. Rosa, risponde con il quintetto della sicurezza che vede Luberto in porta Birochi centrale, Charvalho e Calli sulle fasce e De Lima per le incursioni in area avversaria.

Parte a bomba la Came Dosson premendo sull’acceleratore della velocità ma già al 2’ minuto un rilancio lungo di Luberto trova Bonora un po’ titubante sulla presa aerea ma Sviercoski ci mette una pezza salvando sulla linea e ricordando a tutti che ci sarà da soffrire. La partita scorre sui binari della fisicità e al 3’ uno scontro duro a centro campo fa temere il peggio per Vavà che esce zoppicante ma fortunatamente è solo un altro grande spavento. Si mette invece davvero male per il Dosson al 4’ quando una sontuosa cavalcata di Birochi sulla fascia mette in area una palla vagante che Bonora può solo smanacciare e che vede in De Lima il più lesto di tutti ad insaccare lo 0-1: gelo al PalaDosson. Al 9’ reazione d’orgoglio della Came ma capitan Bellomo non ci crede fino in fondo su una palla filtrante per lui sul secondo palo. La Came macina gioco e resta distante dall’area difesa da Luberto ma è proprio dalla distanza che al 10’ Quinellato, con un puntone centrale, trafigge la difesa dell’Aosta e ristabilisce la parità: 1-1. La Came gioca solo a sprazzi e l’Aosta prende fiducia facendosi vedere spesso in area bianco-blu. Al 13’ su forcing aostano è una strepitosa ripartenza del tandem Vavà-Crescenzo che fa girare l’ago della bilancia in favore dei locali: 2-1 esplode liberatorio il PalaDosson. Al 14’ ennesima reazione d’orgoglio aostana con Bonora bravo e fortunato a graffiare il pallone sulla sua sinistra che si stampa successivamente sul palo. Anche capitan Bellomo ha la sua occasione ma spara alto dopo una discesa sulla banda sinistra. Ultimi minuti del primo tempo con l’Aosta che sperimenta il quinto uomo ma amministra il passivo fino al fischio arbitrale.

Il secondo tempo si apre con la staffetta Bonora-Vascello (Mr. Rocha non rischia dopo il giallo di Bonora rimediato nella prima frazione). Parte forte Quinellato che spara in faccia a Luberto stordendo il portiere avversario. È dal calcio d’angolo che ne cosegue che sempre Quinellato imbecca bene Bellomo che si sblocca e realizza il 3-1. Durano molto poco i festeggiamenti per la Came perché l’Aosta un minuto più tardi accorcia con Carvalho che è bravo a difendere il pallone e girarsi infilando Sviercoski sotto le gambe e sul palo distante difeso da Vascello: 3-2 tutto da rifare. Nei minuti successivi la Came ci prova ma tutti i tentativi risultano sterili: al 3’ è il turno di Bellomo ma Luberto è bravissimo a smanacciare in angolo; al 5’ è Sviercoski sfortunato che coglie dalla destra il palo esterno e al 7’ è Bordignon che viene ipnotizzato dallo strepitoso portiere avversario. Al 9’ la Came un po’ sulle gambe confeziona “la frittata”: una incomprensione difensiva tra Sviercoski e Vascello permettono a Delgado di ristabilire il pareggio: 3-3 gelo al PalaDosson. La Came accusa il colpo ma questa volta è strepitoso Vascello a tenere in piedi la baracca allungandosi sulla destra e deviando un tiro insidioso di Bellafiore. Al 14’ è Sviercoski che decide di prendere per mano la squadra e un suo tiro insidioso viene fortunatamente deviato da De Lima che spiazza Luberto: 4-3. Non c’è tregua per il Dosson perché solo un minuto più tardi è lo stesso De Lima a ristabilere le distanze: 4-4 il copione della sofferenza si ripete! Al 15’ è capitan Bellomo che prende la squadra sotto braccio e alluga nuovamente per il 5-4 ma gli ultimi minuti sono incandescenti. Vascello al 19’ disinnesca un tiro pericolosissimo di Calli. L’Aosta prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo con il quinto uomo ma è ancora Bellomo a solo 4 secondi dalla sirena che insacca il definitivo 6-4 e manda tutti a riflettere sotto la doccia.

Nel complesso si è vista una Came bella solo a sprazzi che ha alternato momenti di lucidità e strepitose ripartenze a momenti di buio ed insicurezza. Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno perché i numeri ci sono nei piedi dei nostri giocatori e probabilmente è solo sulla concentrazione che Mr. Rocha dovrà lavorare. Un forte applauso per l’Aosta che ha dimostrato di non meritare la posizione che occupa in classifica e ha venduto cara la pelle dal primo all’ultimo minuto. Sabato prossimo super trasferta ad Imola contro la prima della classe! In settimana Mr. Rocha lavorerà sulla consapevolezza dei ragazzi nei propri mezzi anche perché la Came è stata l’unica squdra in grado di battere l’Imola nella prima parte della stagione. Servirà come sempre la partita “perfetta”.

CAME DOSSON-AOSTA C5 6-4

Came Dosson: Vascello, Bordignon, Visentin, Vava, Siviero, Quinellato, Bellomo, Crescenzo, Bonora, Sviercoski, Rosso, El Hamoudi. Allenatore: Rocha

Aosta: Boche, Birochi Filho, Estedadishad, Calli, Rosa, Lopez Pena, Bellafiore, Iurmanó, De Lima, Delgado, Luberto, Carvalho. Mister: Rosa

Marcatori: 4' pt De Lima (A), 10' pt Quinellato (C), 13' pt Crescenzo (C). 1' St Bellomo (C), 2' St Carvalho (A), 9' St Delgado (A), 14' Sviercoski (C), 15' St De Lima (A), 15' Bellomo (C), 20' St Bellomo (C).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bella vittoria della Came Dosson C5 contro Aosta: contro i valdostani finisce 6-5

TrevisoToday è in caricamento