rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Volley

Colpaccio a Roma dell'Imoco: Acqua&Sapone sconfitta 3-0

Arriva così la vittoria n°67 in fila per la Prosecco DOC Imoco Volley che in settimana avrà un test importante con il big match attesissimo al Palaverde giovedì alle 20.30 con l’Igor Novara

Il PalaEur accoglie la Prosecco DOC Imoco Volley e il grande ritorno di Roma femminile in A1 con un colpo d’occhio impressionante: più di 4000 persone accorse per la supersfida d’esordio casalingo con le Pantere campionesse d’Italia e d’Europa che recitano per questa trasferta nella capitale il ruolo delle superstar, applaudite con entusiasmo in una frizzante serata romana, un altro bellissimo spot per il volley italiano.

Coach Santarelli a caccia della 67° vittoria in fila schiera dall’inizio Wolosz-Egonu, De Kruijf-Vuchkova, Omoruyi-Courtney, libero Moki De Gennaro, coach Saja per Roma, reduce dal rotondo successo a Cuneo nella prima giornata, risponde con Bugg-Klimets, Trnkova-Cecconello, Stigrot-Pamio, libero Venturi.

Il primo set vede subito un break delle Pantere che vogliono mettere le cose in chiaro, prima graffiano Egonu e De Kruijf, poi due ace di un’ottima Vuchkova e muro di Omoruyi per il vantaggio 0-6 che tramortisce le padrone di casa in avvio. L’Acqua e Sapone non riesce a sbloccarsi, come paralizzata dall’emozione e dal ritmo travolgente delle venete, che con un gran turno di battuta di Paola Egonu, festeggiata come una rockstar dal pubblico di Roma, e le evoluzioni della coppia Wolosz-De Kruijf volano 1-7. Trnkova e compagne pian piano entrano in gara recuperando qualche lunghezza appoggiandosi sugli attacchi velenosi di Klimets. Capitan Wolosz alterna i missili di Egonu con il gioco al centro, Robin De Kruijf è carica e sigla il 9-16, ma risponde Cecconello e Roma resta viva. Alice Pamio fa male in battuta e sigla il -3 (10-13), Egonu ricaccia però subito indietro il tentativo di recupero delle capitoline. Si vede anche Omoruyi in attacco nella fase centrale del set dove le Pantere allungano ancora (13-18). Ma il sestetto gialloblù deve fare i conti con il ritrovato entusiasmo delle padrone di casa che risalgono a -3 mentre i due coach schierano brevemente Caravello e De Cortes. La Prosecco DOC Imoco serra i ranghi e torna a +5  (15-20). Sembra fatta, entra anche la romana Giulia Gennari per la battuta, ma Pamio e Trnkova continuano a stupire e riportano punti ed entusiasmo: Conegliano si ritrova ancora a lottare con le romane pericolosamente a un soffio (19-21). Time out, ma Roma continua a spingere mentre Conegliano pasticcia un po’, il PalaEur esplode per il muro di Cecconello che regala il pari. Vuchkova concretissima rimette avanti le Pantere, poi Paola Egonu (6 punti nel 1° set) va in cielo e spara il +2 (21-23). Conegliano non si ferma più, Vuckova è sempre implacabile al centro (6 punti nel set con l’80% in attacco, 10 totali per le centrali con i 4 di De Kruijf), alla fine il rush finale premia la solidità delle Pantere che chiudono 21-25 con l’ace di Asia Wolosz.

Robin De Kruijf conferma le sue grandi percentuali anche in avvio di secondo set mostrando tutto il suo repertorio al pubblico del PalaEur, ma l’Acqua e Sapone si tiene in scia con Klimets e il match si fa sempre subito avvincente (5-5). Monica De Gennaro con la sua classe dà ordine alla seconda linea veneta, mentre Wolosz continua ad innescare con successo le sue centrali, ora tocca a Vuchkova andare a segno per pareggiare 7-7. La bulgara va in battuta e continua a fare danni come nel primo set nella ricezione capitolina, suo il break del +3 (7-10). Paola Egonu ora fa davvero sul serio e arriva il break: prima picchia forte, poi varia la battuta e l’Acqua e Sapone va in difficoltà tra errori ed aces dell’azzurra (8-14). Entra l’azzurrina Giorgia Frosini e sigla subito il suo primo ace in A1 (9-16). La Prosecco DOC Imoco ora guarda solo avanti, Egonu è “on fire” e mette l’11-18, poi “The Queen” De Kruijf continua a regnare al centro (alla fine 10 punti, 3 muri, 70% in attacco!) e le Pantere scappano decise. Una super diagonale di Egonu (7 punti nel set con il 75!) e il muro gialloblù scavano il solco che diventa incolmabile (12-21). Il set si chiude con la romana Gennari in campo al palleggio e Conegliano senza patemi si aggiudica il parziale con un netto 15-25.

La Prosecco DOC Imoco Volley vuole chiudere in fretta ed entra con grande concentrazione anche in avvio di terzo set volando 0-3, con Roma che pare accusare il colpo. Ci pensa Stigrot (10 punti) a rimettere un po’ di brio nell’attacco dell’Acqua e Sapone, ma De Kruijf si fa valere anche a muro (2-5). Stigrot risveglia i tifosi, ma Egonu con un palcoscenico d’eccezione come il PalaEur si esalta e continua a randellare da seconda linea, poi Courtney mura e le Pantere restano al comando (5-9). Ma la squadra di casa non vuole arrendersi, Trnkova con l’ace riporta Roma a -2, ma il gioco al centro di Wolosz resta un enigma per il muro capitolino, Vuchkova attacca e mura dimostrandosi una sicurezza per coach Santarelli (7-11). Gli scambi si allungano, ma la “donna ragno” Vuchkova (13 punti, 2 muri, 2 aces, 75% in attacco) alza ancora il muro per il +5.  Moki De Gennaro difende con portamento regale ed offre palloni per i “vincenti” di Omoruyi ed Egonu, Conegliano dilaga 8-15. Ora le Pantere vanno sul velluto e tutto funziona a meraviglia mentre Roma fatica a tenere il ritmo indiavolato delle gialloblù.

Entra “Bibi” Butigan, la croata all’esordio stagionale si dimostra pronta e va subito a segno prima con l’attacco e poi con il muro, c’è anche Caravello che lavora bene in seconda linea e Conegliano vola (9-17). Sull’11-18 entra anche il doppio cambio con Gennari e Frosini. Stigrot di carattere e il muro di Trnkova danno ossigeno a Roma, due “blocks” e l’Acqua e Sapone torna a -5 (14-19), ma Butigan ricaccia a -6 le avversarie. Un paio di ingenuità riaprono il set con l’Acqua e Sapone che torna a -3 (19-22), dopo il time out di coach Santarelli De Cortes va a segno per il -2, tutto da rifare. Entra anche la baby Anna Bardaro, secondo libero e Conegliano chiude con in campo tre panterine campionesse juniores in campo al PalaEur. Il finale è più concitato del previsto, due errori romani e sul 21-24 una grande rimonta di Roma con tre match point annullati dalle padrone di casa, l’ultimo con il quinto muro di Trnkova (10 punti alla fine) vale il 24 pari. Cecconello sbaglia la battuta e al quarto tentativo la Prosecco DOC Imoco chiude con l’ace provvidenziale della romana Giulia Gennari che firma il 25-27 finale.

Arriva così la vittoria n°67 in fila per la Prosecco DOC Imoco Volley che in settimana avrà un test importante con il big match attesissimo al Palaverde giovedì alle 20.30 (diretta Rai Sport HD, prevendita già attiva su www.vivaticket.it) con l’Igor Novara nella rivincita della recente finale di Supercoppa vinta da Conegliano in quel di Modena.

ACQUA E SAPONE ROMA – PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY 0-3 (21-25,15-25,24-26)

Acqua e Sapone: Trnkova 10, Cecconello 7, Bugg 2, Stigrot 10, Papa 1, Pamio 2, Klimets 6, Arciprete, De Cortes 3, Rebora, Avenia ne , Bucci. All.Saja

Imoco: Wolosz 2, Egonu 17, De Kruijf 10, Vuchkova 13, De Gennaro, Omoruyi 5, Courtney 4, Gennari 1, Plummer ne, Caravello , Frosini 2, Butigan 3, Folie ne,  Bardaro. All.Santarelli

Arbitri: Mattei e Frapiccini

Spettatori: 4.200

Durata Set: 28′,22′,34′

Note: Aces 2-7,Battute sbagliate 9-7,Muri 7-9. MVP: Egonu

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpaccio a Roma dell'Imoco: Acqua&Sapone sconfitta 3-0

TrevisoToday è in caricamento