rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Volley

Imoco Volley, Santarelli esulta per il record: "Ci siamo tolti un peso"

L'ambiente gialloblù è in estasi per la settantaquattresima vittoria consecutiva. Ma non intende fermarsi

Tutto è andato come doveva andare nel weekend della serie A1 femminile. La Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano, con l'ampiamente auspicabile 3-0 rifilato alla Delta Despar Trentino, ha ottenuto la settantaquattresima vittoria consecutiva, impresa mai riuscita a nessuna squadra nella storia della pallavolo mondiale. La Champions, da difendere in quanto detentrici del titolo, bussa alle porte, ma la gioia nel gruppo gialloblù è veramente grande dato che nessuno poco più di due anni fa avrebbe mai pensato di compiere un capolavoro del genere.

L'artefice principale è Daniele Santarelli, conduttore di una squadra a dir poco spaziale, un tecnico che riesce a stare sempre sul pezzo nonostante le difficoltà (che in questo inizio di stagione non sono certo mancate). Ecco il suo pensiero nella conferenza stampa post gara: "Credo proprio che ci siamo tolti un peso. Forse non è la parola giusta, ma se ne stava parlando con insistenza incredibile ovunque, e noi questa cosa ovviamente la percepiamo. Credo di non aver avuto mai così tanta pressione come per questo record, in nessun trofeo: mancava pochissimo e siamo andati molto vicini a farcela sfuggire. Sono convinto che adesso ci esprimeremo molto meglio".

Qualcosa di incredibile è stato fatto e la svolta è arrivata con l'approdo in gialloblù di un'atleta in particolare: "Con Paola Egunu eravamo consapevoli di essere un gruppo fortissimo e del fatto che avremmo potuto vincere tutto o quasi tutto, ma al record ho cominciato a pensare un po’ solo all’inizio di quest’anno. Non ne ho mai parlato alle ragazze, se non dopo la partita con Busto, quando sentivo che c’era bisogno di qualcosa che le spronasse. Se ne sono rese conto lì, forse qualcuna neanche lo sapeva. Dopo Cuneo, quando ho presentato il cartellone celebrativo del record, l’hanno quasi rifiutato perché volevano che la festa potesse essere al Palaverde: io ho festeggiato molto di più, perché mi sentivo quasi colpevole di aver messo in difficoltà la squadra con qualche scelta azzardata".

L'atmosfera è a dir poco elettrica: "E' stato bello regalare una giornata del genere ai nostri tifosi, anche se la partita, intepretata in maniera esemplare nonostante un problema fisico occorso a Courtney, poteva essere scontata. Ho ritenuto di dare spazio a tutte le persone che hanno caratterizzato in questi anni la nostra cavalcata vincente: mi è dispiaciuto non far entrare Sylla, ringrazio solo a parole Kim Hill, e alla fisioterapista Ilenia Marin (oggi a Trento, n.d.r.) perchè questo successo è un po’ anche suo". 

Le tappe fondamentali: "Direi la trasferta dello scorso anno a Scandicci, gara 1 della finale scudetto a Novara, poi la vittoria a Cuneo perchè il merito è stato interamente della squadra". 

Infine uno sguardo al futuro: "Vogliamo portare questa striscia più avanti possibile. Certo, senza quell'incredibile sconfitta a Perugia saremmo a quasi quota 100, ma non ci penso più". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imoco Volley, Santarelli esulta per il record: "Ci siamo tolti un peso"

TrevisoToday è in caricamento