menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Intervento dei carabinieri

Intervento dei carabinieri

Assemblea sindacale alla Geox di Signoressa: arrivano i carabinieri

Attimi di tensione, nel pomeriggio di giovedì 29 aprile, quando i lavoratori Adl Cobas hanno cercato di partecipare all'incontro sindacale riservato agli iscritti della Cgil

Assemblea sindacale movimentata allo stabilimento Geox di Signoressa: giovedì 29 aprile la Cgil aveva organizzato due incontri dedicati alla compilazione del 730 in azienda, riservati ad un massimo di 40 iscritti al sindacato (in base alle nuove norme anti-Covid). Le riunioni, quindi, non erano aperte a tutti i lavoratori dello stabilimento ma solo ai lavoratori Cgil.

Samantha Gallo dalla Filt Cgil spiega ai nostri microfoni: «La prima assemblea si è svolta dalle 11 alle 12 di mattina senza nessun problema. Due lavoratrici Adl Cobas ci avevano chiesto di partecipare salvo poi andarsene quando hanno capito che l'incontro era riservato ai nostri iscritti. Nella riunione del pomeriggio, però - continua Samantha Gallo - in programma dalle 15 alle 16, un gruppo di 6 lavoratori Adl Cobas ha iniziato a chiedere con insistenza di poter partecipare all'assemblea pur non avendone diritto. Quando li abbiamo invitati ad andarsene i toni hanno iniziato ad accendersi e la situazione ha rischiato di degenerare. A quel punto mi sono vista costretta a chiedere l'intervento dei carabinieri. Sul posto c'era anche il presidente della cooperativa Co-Work che ha parlato con i lavoratori prima dell'arrivo dei carabinieri. Il gruppo, composto anche da due rappresentanti sindacali di Adl Cobas, ha lasciato la sala riunioni prima dell'arrivo delle forze dell'ordine» conclude Gallo. Inutile quindi l'intervento sul posto dei carabinieri che hanno ascoltato la versione dei fatti della Cgil senza identificare o sanzionare nessun lavoratore. «Molte volte in passato abbiamo visto intervenire i carabinieri durante scioperi e manifestazioni, sempre chiamati dalle aziende. Questa volta però a chiamarli sono stati i funzionari della Cgil solo perché i nostri lavoratori volevano partecipare ad un'assemblea sindacale ma, evidentemente, non erano graditi alla loro funzionaria» il commento alla vicenda di Adl Cobas.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento