Il Piave: una ciclovia verde, un fiume di opportunità

Tra gli obiettivi principali del Comune di Breda il coinvolgimento delle aziende locali in un progetto di valorizzazione sia dei prodotti tipici aziendali, sia dei luoghi del nostro territorio poco conosciuti dal turismo di massa, in vista della nuova ciclabile

Il fiume Piave

Il nostro territorio è un gioiello che va valorizzato. Per questo motivo, lunedì 15 luglio alle ore 21 l’Amministrazione Comunale di Breda di Piave invita le aziende in Villa Olivi all’incontro “Il Piave, una ciclovia verde, un fiume di opportunità”, per trattare l’importante tema del Turismo slow, o Turismo lento, lungo la via del Piave. Tra gli obiettivi principali del Comune il coinvolgimento delle aziende locali in un progetto di valorizzazione sia dei prodotti tipici aziendali, sia dei luoghi del nostro territorio poco conosciuti dal turismo di massa, in vista della nuova ciclabile.

Presenti all’incontro la Dott.ssa Antonella Tormen del Centro Consorzi di Sedico e coordinatrice del progetto P.I.A.V.E. (Paesaggio, Identità, Accoglienza, Viaggio, Esperienza) e gli architetti Cattarossi, Boghetto, Lenhardy (SPAA studio architettura e paesaggio di Treviso) referenti del bando regionale relativo alle azioni di sistema per lo sviluppo di un’offerta turistica esperienziale lungo l’asta del fiume Piave. La proposta innovativa consiste proprio nella promozione del territorio attraverso il coinvolgimento delle attività produttive locali e si muove in un’ottica di conoscenza e fruizione a vari livelli del patrimonio paesaggistico-ambientale, storico-culturale e artistico del Comune di Breda di Piave e di tutti i luoghi bagnati dalle acque del fiume Piave.

Il progetto P.I.A.V.E. è un progetto di formazione che ha lo scopo di fornire strumenti concreti e innovativi agli operatori turistici veneti operanti nei territori lungo il Piave, ripercorrendo il percorso della ciclo-pedonale “La Piave”, attualmente in realizzazione. Tra i principali obiettivi il progetto intende formare gli attori del sistema turistico regionale sulle migliori modalità di accoglienza turistica, migliorare la digitalizzazione e l’innovazione delle imprese del settore e coinvolgere tutti i territori toccati dal progetto sotto un unico brand P.I.A.V.E. In questo modo, verranno incoraggiate l’aggregazione di prodotti e servizi e la cooperazione delle imprese e degli stakeholders, per rendere gli attori del territorio consapevoli e preparati ad agire sul mercato intercettando flussi e indotti che la nuova ciclabile attiverà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento