Cimiteri chiusi, firmata l'ordinanza per consentire la fornitura dei fiori

Succede a Oderzo dove il sindaco Maria Scardellato è venuta incontro alle richieste dei cittadini che, da oggi, potranno tenere curate le lapidi dei loro cari grazie a fioristi e vivaisti

In foto uno scorcio del cimitero di Oderzo

Restano chiusi i cimiteri a Oderzo per l'emergenza Coronavirus. Per venire incontro ai tanti cittadini che in questi giorni avevano chiesto di poter tornare a fare visita ai loro cari, il sindaco Maria Scardellato ha firmato una nuova ordinanza per consentire la fornitura di fiori da parte dei fioristi e vivaisti professionisti su commissione privata.

In pratica si tratta di una nuova norma comunale che consentirà ai cittadini con uno o più familiari sepolti nel cimitero comunale o nelle frazioni di mettersi in contatto con fiorai professionisti per tenere curate, anche in questi giorni di emergenza, le lapidi dei propri cari. L’accesso di fioristi e vivaisti al cimitero dovrà avvenire in forma individuale, previo contatto telefonico con l’ufficio tecnico comunale. Conclude il sindaco: «So perfettamente che è dura e capisco molti sfoghi avvenuti negli ultimi giorni ma il comportamento corretto della maggioranza dei cittadini ha consentito finora un calo significativo del numero dei contagi. Con la stessa intelligenza sapremo ripartire ma è necessario avere ancora tanta prudenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Covid, un grafico divide l'Italia in province e Treviso finisce in "zona rossa"

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento