Tragedia di Ciano, per l'autopsia la piccola Alejisa è affogata

Venerdì 10 aprile sono stati resi noti gli esiti dell'esame autoptico sulla scomparsa della piccola di 2 anni morta lo scorso 5 aprile nella frazione di Crocetta del Montello

Il canale Brentella

Annegamento. Questo l' esito della autopsia sulla morte della piccola  Alejisa Halim, tragicamente scomparsa nel pomeriggio di domenica scorsa. Secondo  patologo incaricato dalla Procura di Treviso Alberto Furlanetto la piccola è deceduta dopo qualche minuto, asfissiata dalle acque del canale Brentella in cui è caduta mentre si stava sporgendo. Il corpo sarebbe rimasto in acqua giusto qualche minuto, il tempo necessario  per il percorso tra quando è caduta in acqua e l'essere ripescata, ormai senza vita, da un passante che ha assisto alla scena. Il sostituto procuratore Giulio Caprarola ha aperto un fascicolo d'inchiesta in cui sono stati iscritti i nomi delle madre e dei nonni  della piccola, che hanno assistito impotenti alla scena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le prime ricostruzioni l'annegamento sarebbe avvenuto  domenica 5 aprile, intorno alle 13. La piccola stava giocando in giardino con la sorella di circa tre anni quando, per cause in corso di accertamento, è finita nelle acque del canale Brentella, in via Giovanni Fantini, non distante dal ristorante "Casa Brusada": la piccola, trascinata dalla corrente per oltre 300 metri, è morta annegata. Riportata a riva da un residente che si è tuffato per portarla a riva, la bambina è stata soccorsa poi dagli infermieri del Suem 118, giunti sul posto con elicottero, ambulanza e automedica. Per la bimba, di origini macedoni, non c'è stato nulla da fare: gli operatori del Suem non hanno potuto far altro che certificarne il decesso. Il dramma si è consumato nel giardino di un'abitazione che si affaccia con un lato proprio sul canale: un breve tratto è sprovvisto di recinzione ed è qui che la piccola, in giardino con l'altra sorella, è caduta in acqua, in quel tratto non particolarmente profonda. Un uomo, residente dall'altro lato del canale, ha assistito alla scena e ha urlato per dare l'allarme.“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento