A H-Farm il primo hackathon dedicato a chi soffre di Talassemia

Una maratona di idee di 24 ore, 100 partecipanti e 3 sfide, per sviluppare soluzioni innovative in grado di coniugare clinica e nuove tecnologie per aiutare i pazienti

Sono aperte le candidature per partecipare a Thalathon, l’hackathon dedicato alla Talassemia, che si rivolge a studenti, neolaureati e giovani professionisti per identificare idee innovative a supporto dei pazienti affetti da questa malattia. L’iniziativa è promossa da Novartis in collaborazione con H-Farm e si terrà il prossimo 24 gennaio a Roncade: una maratona di idee di ventiquattro ore, aperta fino a 100 partecipanti che, divisi in team e supportati da mentor, si cimenteranno in 3 sfide per sviluppare soluzioni in grado di coniugare clinica e nuove tecnologie e migliorare la vita dei malati.

Thalathon è il risultato di un percorso, durato circa un anno, durante il quale attraverso ricerche e interviste sono stati approfonditi i bisogni delle persone affette da talassemia, di coloro che li assistono e dei medici che si occupano di questa patologia. I dati e le informazioni raccolti sono diventati il punto di partenza del workshop di co-design, moderato da H-Farm, che ha visto la partecipazione dei clinici e dello staff di Novartis e di Elma Research, durante il quale sono state definite le sfide dell'hackathon. A gennaio, i partecipanti a Thalathon, suddivisi in gruppi di lavoro supportati da ‘facilitatori’ di H-Farm e da 3 ‘mentors’, referenti clinici con competenze specifiche, si cimenteranno su tre brief: la valorizzazione del tempo trascorso dai pazienti in ospedale, durante le terapie; lo sviluppo di strumenti tecnologici per la gestione della terapia; le iniziative di sensibilizzazione sulla malattia. Al termine delle 24 ore di lavoro, le squadre presenteranno le loro soluzioni davanti a una giuria, a cui spetterà di decretare il team vincitore a cui verrà assegnato il premio finale di 4mila euro.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La talassemia è una malattia ereditaria del sangue ed è caratterizzata da un'anemia cronica dovuta alla sintesi ridotta o assente di una delle catene polipeptidiche (alfa o beta) presenti nella molecola dell’emoglobina, proteina responsabile del trasporto di ossigeno attraverso tutto l’organismo. In Italia, si stima che i pazienti talassemici siano circa 7mila, con concentrazione massima in alcune regioni del Centro-Sud. Il progetto Thalathon ha ricevuto il patrocinio dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue (AVIS)e della Società Italiana Talassemie ed Emoglobinopatie (SITE)ed è sponsorizzato da For Anemia, la Fondazione nata da SITE. Durante l’evento interverrà anche Flavio Soriga, autore di “Nelle mie vene”, romanzo il cui il protagonista, Aurelio, è affetto da talassemia. L’appuntamento è dunque per il 24 gennaio, nel campus di H-Farm a Roncade: per partecipare è possibile inviare la propria candidatura a questo link

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento