rotate-mobile

Penultimo giorno di Ramadan: musulmani e cristiani insieme per una serata multiculturale

Abdallah Khezraji: «L’incontro per l'Iftar che abbiamo organizzato ha avuto l’obiettivo di unire i popoli. Si tratta di un lavoro iniziato ormai trenta anni fa e che portiamo ancora avanti con determinazione»

Cucina e solidarietà. E' questo il binomio di successo per la serata dello Iftar (il tradizionale pasto serale consumato dai musulmani per interrompere il loro digiuno quotidiano durante il mese islamico del Ramadan) andata in scena sabato sera presso il Villaggio Solidale di Santa Bona. Cristiani e musulmani si sono seduti tutti insieme a tavola per degustare piatti esotici provenienti dalle cucine del Senegal, del Burkina Faso, della Costa d’Avorio e del Marocco, ma anche del Brasile, del Perù e dell’Italia. L’occasione è difatti stata propizia per presentare un bilancio del progetto “World’s Kitchens”, dedito alla stimolazione dell'autoimprenditorialità al femminile per le donne immigrate, della cooperativa sociale Hilal presieduta da Lisa Gasparin e diretta da Abdallah Khezraji quale vicepresidente della Consulta regionale per l’immigrazione.

Jacqueline Perruso (tutor del progetto): «Queste iniziative sono oggi di estrema necessità perché per l’universo femminile, l’opportunità di formarsi per intraprendere una strada imprenditoriale è fondamentale. Spesso si fa già “azienda” in casa senza saperlo nella propria quotidianità, ma è importante assumere consapevolezza e formazione per produrre nuovi risultati». «Bisogna riconoscere che il mondo associativo e solidaristico delle donne immigrate è costituito da migliaia di gruppi di mutuo aiuto diffusi in tutta Italia, importati prevalentemente dalla cultura africana e conosciuti con nomi quali Tontine, Dart, Ajo ecc - dichiara Gianni Rasera, presidente dell'associazione I Care - Questi gruppi rappresentano una vera e propria “infrastruttura sociale” sulla quale sarà possibile costruire in futuro duraturi percorsi di integrazione e inclusione socio-culturale nelle nostre comunità».

Nel video, in ordine di comparsa, appaiono: Abdallah Khezraji, Mario Anton Orefice quale project manager di World's Kitchens, Jacqueline Perruso e Gianni Rasera.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento