rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Villorba / Vicolo Silvio Pellico, 16

Mancano medici di base, volantinaggio fuori dal distretto sanitario

Giovedì mattina, 23 febbraio, l'iniziativa della lista civica "Cambiamo Villorba" contro i tagli alla sanità pubblica e a sostegno dei cittadini più anziani e fragili. I cittadini raccolgono 535 firme

Una raccolta firme per chiedere che i medici di base che stanno lasciando Villorba siano adeguatamente sostituiti o, se possibile, vengano messi nelle condizioni di continuare ad esercitare nel territorio comunale. Tre i medici di base in procinto di lasciare l'incarico: con il limite portato dalla Regione a 1800 assistiti per medico di base, ci sarà un solo dottore a rimpiazzare gli attuali.

Giovedì mattina, 23 febbraio, gli esponenti della lista civica "Cambiamo Villorba" hanno manifestato davanti alla sede del distretto sanitario Treviso Nord portando negli studi medici i volantini per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza che hanno i medici di base per l'intera comunità. Una trentina le firme raccolte nella mattinata odierna, 535 quelle totali della raccolta firme avviata nelle scorse settimane e conclusa oggi. Il documento sarà inviato ora all'attenzione del direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi. «Gli Over 65 - spiegano i promotori dell'iniziativa - hanno bisogno di sottoporsi con frequenza a controlli sanitari da parte del medico curante, quindi per loro la mancanza del dottore o la sua frequente sostituzione è un problema non da poco. Gli anziani, infatti, hanno anche maggiori difficoltà nell'utilizzo della telemedicina e negli spostamenti (possono essere privi di patente o non in grado di utilizzare il servizio di trasporto pubblico). 

volantini-cambiamo-villorba

Chiediamo alla Regione e a Ulss 2 - continuano - di porre rimedio ai tagli alla sanità territoriale che durano ormai da molti anni e di riprendere a investire nella capillarità dei presidi sanitari: distretti, consultori e studi dei medici di base, in modo che le strutture e i medici possano rispondere adeguatamente ai reali bisogni delle persone anziane e dei più fragili. Per questi motivi chiediamo che nell'intero territorio di Villorba sia garantito il presidio dei medici di base e che l'amministrazione si faccia quanto prima carico di questo problema».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano medici di base, volantinaggio fuori dal distretto sanitario

TrevisoToday è in caricamento