Attualità

Premio Gambrinus, eletto il nuovo presidente: è Pier Francesco Ghetti

L'ecologo ed idrobiologo succede a Roberto De Martin e ricoprirà la carica fino al 2023

La XXXIX edizione del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, prestigioso concorso “per libri di montagna, alpinismo, esplorazione - viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e Finestra sulle Venezie sulla civiltà veneta” dedicato alla figura e all’opera di Giuseppe Mazzotti,  entra nel vivo, all’insegna del rinnovamento e della ripartenza post pandemia: il primo segnale è dato dalla numerosa partecipazione, che si attesta a 165 volumi da 73 case editrici, seconda solo a quella registrata nel 2016 (186 opere), il secondo è il cambio alla presidenza, che vede Pier Francesco Ghetti, già rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, succede a Roberto De Martin.

La partecipazione
Il bando di partecipazione è scaduto lo scorso 10 maggio e le opere iscritte risultano distribuite in modo omogeneo nelle tre sezioni di gara di quest’anno: 52 in “Montagna: cultura e civiltà”, 63 in “Esplorazione – viaggi” e 50 in “Finestra sulle Venezie”. L’elenco dei titoli dei libri partecipanti restituisce una visione ampia e poliedrica del Premio, in ideale continuità con l’eclettismo dell’intellettuale trevigiano Giuseppe Mazzotti, una delle personalità di maggiore spicco della cultura veneta e nazionale contemporanea, per 37 anni direttore dell’Ente Provinciale per il Turismo di Treviso, alpinista, scrittore, gastronomo, consigliere del Touring Club, scomparso quarant’anni fa. La giuria, in particolare, ne sottolinea l’elevata e diffusa qualità, che non renderà semplice la scelta.

Ad esaminare le opere è chiamata la Giuria, composta da importanti personalità della cultura: Margherita Azzi Visentini, Salvatore Giannella, Alessandro Vanoli, Alessandro Giorgetta, Domenico Luciani, ai quali quest’anno si aggiungono Benedetta Castiglioni, professore associato di Geografia al Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università degli Studi di Padova e impegnata da un ventennio nella ricerca sulle relazioni tra paesaggio e società, e Paola Gigliotti, docente di Sport dell’ambiente all’Università di Perugia e medico di gara delle maggiori competizioni nazionali ed internazionali estive e invernali di sport di montagna che si svolgono nel territorio dell’Alta Pusteria.

Il verdetto della Giuria arriverà a fine ottobre e la cerimonia delle premiazioni si terrà con ogni probabilità in presenza a Treviso. Il nuovo presidente. Martedì 25 maggio, in occasione della prima seduta del neoeletto Consiglio Direttivo, è stato poi ufficialmente nominato il nuovo presidente, che succede a Roberto De Martin e ricoprirà la carica fino al 2023: si tratta di Pier Francesco Ghetti, ecologo e idrobiologo, già rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e presidente del Centro internazionale Civiltà dell’Acqua, direttore del Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università Ca' Foscari di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Gambrinus, eletto il nuovo presidente: è Pier Francesco Ghetti

TrevisoToday è in caricamento