Attualità Spresiano

Autista in ritardo, lo scuolabus non parte: studenti restano a piedi

E' successo lunedì 30 novembre a Spresiano sulla linea dedicata ai ragazzi residenti nelle frazioni di Lovadina e Visnadello. Il Comune chiede l'allontamento dell'autista

Lunedì mattina, 30 novembre, una trentina di studenti delle scuole medie ed elementari di Spresiano non hanno potuto raggiungere i loro istituti per un disservizio nel trasporto scolastico dovuto al ritardo di un autista della società Alibus.

La compagnia privata con sede a Pordenone, gestisce a Spresiano due linee di trasporto scolastico: una copre l'area nord del territorio comunale, la seconda la zona sud con le frazioni di Lovadina e Visnadello. Su quest'ultima linea, lunedì mattina, lo scuolabus non è arrivato lasciano a piedi gli studenti delle medie, mentre quelli delle elementari sono stati portati in classe dai genitori, avvisati all'ultimo del disservizio. Il Comune, informato dell'accaduto, è subito corso ai ripari per assicurare la regolarità del rientro, riuscendo a garantire tutti gli scuolabus per far tornare gli studenti a casa al termine delle lezioni. «Purtroppo, però - spiega l'assessore Paolo Tagliapietra - non è la prima volta che succede una cosa del genere e pertanto, pur trattandosi di un servizio dato in appalto a privati, ritengo doveroso porgere le mie scuse alle famiglie per il disagio. Di contro, abbiamo già assunto un'iniziativa rigorosa e opportuna per fare in modo che non si verifichino più situazioni simili». Alle scuse di Tagliapietra si è unito anche il sindaco Della Pietra. Il Comune ha chiesto ad Alibus il licenziamento dell'autista in ritardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista in ritardo, lo scuolabus non parte: studenti restano a piedi

TrevisoToday è in caricamento