Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

Donate nel 2019 dall'Emisfero di Silea ben 20 tonnellate di eccedenze alimentari

L’ipermercato risulta il primo punto vendita trevigiano del Gruppo Unicomm per quantità raccolte

Il centro commerciale di Silea

Sia nel 2018 che nel 2019, l’Emisfero di Silea è stato il punto vendita che ha recuperato la maggior quantità di eccedenze alimentari fra tutti i 9 supermercati della provincia di Treviso attivi nella raccolta e appartenenti al Gruppo Unicomm. Concretamente, guardando ai numeri raggiunti, per il 2018, si tratta di 9.752 chilogrammi, per un valore di acquisto pari a 22.435 euro, recuperati su un totale provinciale di 25.372 chilogrammi; mentre nel 2019 la merce raccolta nel punto vendita trevigiano è ammontata a 7.533 chilogrammi, equivalenti a 21.480 euro, su un totale provinciale di 28.739 chilogrammi.

Più nel dettaglio, lo scorso anno sono stati i prodotti ortofrutticoli quelli maggiormente a rischio di spreco, tendenza che si registra anche nella quasi totalità degli altri punti vendita di Unicomm aderenti all’iniziativa. Freschi, prodotti di drogheria alimentare e da banco a servizio seguono per quantità recuperate la frutta e la verdura, rappresentando una larga porzione delle eccedenze alimentari raccolte. In percentuale, sul totale dei generi di prima necessità recuperati dall’ipermercato trevigiano, si parla di un 36% di beni ortofrutticoli, 15% di freschi, 21% di prodotti di drogheria alimentare e 15% di banco a servizio.

Nel caso specifico dell’ipermercato di Silea, l’attività funziona grazie all’accordo di collaborazione stretto con l’associazione "Società di San Vincenzo De Paoli Consiglio Centrale di Treviso" Onlus, che si occupa della distribuzione diretta dei prodotti alimentari alle famiglie bisognose del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donate nel 2019 dall'Emisfero di Silea ben 20 tonnellate di eccedenze alimentari

TrevisoToday è in caricamento