rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Centro / Viale Bartolomeo D'Alviano

Suoni di Marca 2023, mille posti per l'area concerti: «Parcheggi prenotabili per i disabili»

Presentata lunedì 10 giugno la 33esima edizione del festival sulle Mura, simbolo dell'estate trevigiana. Tre i concerti a pagamento, uno già sold out. Quasi esaurite anche le serate con Francesca Michielin e Tony Hadley. Il sindaco: «Non rimanete a casa»

Un festival non solo all'insegna della musica per tutti ma anche dell'accessibilità e dell'ecosostenibilità. Queste le parole chiave di Suoni di Marca 2023, il festival sulle Mura di Treviso che quest'anno festeggia la sua 33esima edizione diventando di diritto l'evento per eccellenza dell'estate trevigiana.

Lunedì 10 luglio la presentazione ufficiale dell'evento a Ca' Sugana, municipio di Treviso, alla presenza del sindaco Mario Conte, dell'assessore Rosanna Vettoretti (Sviluppo economico, Commercio e Artigianato), degli sponsor del festival e di alcuni degli artisti che si esibiranno dal 15 al 29 luglio, tra cui il trevigiano Tolo Marton a cui è stata affidata la serata di apertura con Le Orme e Calibro 35. Tra le novità di quest’anno: tre serate a pagamento per i concerti di Alfa (lunedì 17 luglio già tutto esaurito), Tony Hadley (martedì 18 luglio, pochi biglietti ancora disponibili) e Francesca Michielin (giovedì 27 luglio anche questa data verso il sold out). Biglietti in prevendita su Ticketone e nella sede della Camera di Commercio in Piazza Borsa a Treviso. La capienza dell'area concerti sul Bastione San Marco sarà di mille persone, l'unico concerto con i posti a sedere sarà quello di Tony Hadley, tutti gli altri in piedi. Il festival, oltre al palco principale, ha aggiunto quest'anno anche il Palco Santi Quaranta che sarà dedicato alle band trevigiane emergenti. Per il resto Suoni di Marca manterrà la sua formula classica: ingresso alle Mura tutte le sere a 1 euro, presente il classico mercato etnico con bancarelle di oggettistica e gioielleria ma anche vestiario vintage e usato. Immancabili gli stand enogastronomici quest'anno senza cucine a gas per rendere il festival ancora più sicuro e infine uno spazio dedicato al baby-sitting, con animazione e truccabimbi curato dal gruppo Alì con programma diversificato per ogni serata e area con giochi elastici. Un evento certificato ecosostenibile grazie alla presenza di oltre 100 volontari e 8 ecopunti di raccolta rifiuti in collaborazione con Contarina. Il patron del festival, Paolo Gatto, riassume così la 33esima edizione, al via nel fine settimana: «Non più di 5mila persone a sera, mille posti davanti al palco ma anche tanto spazio sulle Mura per passeggiare con amici e tutta la famiglia».

Parcheggi prenotabili per i disabili

Altra importante novità, fondamentale per un festival che vuole essere accessibile a tutti, sarà la possibilità, per le persone con disabilità, di prenotare il proprio parcheggio a pochi metri dal palco del festival. Basterà scrivere una mail a info@suonidimarca.it e riservare un posto auto per la serata desiderata.

Il sindaco: «Godetevi la festa»

Mario Conte, primo cittadino di Treviso, chiude con queste parole: «Piuttosto delle lamentele per il volume della musica o per la troppa gente sulle Mura, invito i residenti del centro a uscire di casa e a entrare nell'evento per godersi la compagnia e l'atmosfera del festival. Immagino che le polemiche per i volumi della musica o gli orari di fine serata non mancheranno - conclude Conte -. Ma chiedo a tutti un po' di pazienza e soprattutto di comprensione, nei limiti del possibile, anche perché nessun concerto durante la settimana andrà oltre mezzanotte».

Il programma

Dal 15 al 29 luglio ce ne sarà davvero per tutti i gusti, dal pop al rock, dal cantautorato al punk, passando per il folk, la disco, la musica elttronica e il funk: Le Orme, Calibro 35, i Marlene Kuntz, Alfa, Tony Hadley, i Jalisse, Tullio De Piscopo, i 24 Grana, Gianluca Grignani, Francesca Michielin, gli Skiantos e tanti altri.
Programma completo sul sito del festival.

I commenti

Tra gli sponsor del festival, il direttore generale di CentroMarca Banca, Claudio Alessandrini, spiega: «I festival musicali valorizzano le città richiamano turisti e attivano un forte fermento culturale e sociale. Suoni di Marca gioca un ruolo di prim'ordine per la ricchezza del nostro territorio nel settore della cultura dell'economia, del turismo, dell'aggregazione sociale e giovanile. Crediamo fortemente che la musica, originale, suonata dal vivo e inedita contribuisca attivamente alla promozione dell'arte e allo sviluppo dei processi di coesione» conclude Alessandrini.

Filippo Polegato, amministratore delegato di Astoria Wines, partner di Suoni di Marca, chiude: «Siamo felici di essere presenti in quello che è diventato ormai un appuntamento imperdibile per la città; i promotori hanno creato un calendario in grado di coinvolgere davvero tutti, giovani, adulti e famiglie. In più per tutti gli artisti che si esibiranno abbiamo preparato una serie di jeroboam di Prosecco Docg personalizzate, perché si portino a casa un ricordo ancora più positivo dell'accoglienza trevigiana».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suoni di Marca 2023, mille posti per l'area concerti: «Parcheggi prenotabili per i disabili»

TrevisoToday è in caricamento