Attualità San Pelaio / Via di San Pelaio

Ceduta per 2,6 milioni l'ex sede del Provveditorato di via San Pelajo

Ad aggiudicarsi l'asta Pesce e Rigo Costruzioni di Scorzè: per ora nessun progetto ma è probabile venga destinato a zona residenziale. Andrà a riqualificarsi uno dei "buchi neri" della prima periferia trevigiana. Il plauso del sindaco Mario Conte al buon esito dell'operazione

Alla fine, con un'offerta di 2 milioni 648mila e 300 euro l'ha spuntata la ditta Pesce e Rigo Costruzioni di Scorzè: è stata quella dell'azienda veneziana la migliore offerta nell'asta per l'assegnazione dell'ex Provveditorato agli studi di Treviso di via San Pelajo, immobile in disuso da ormai un decennio e ora destinato a diventare un'area residenziale. Per ora non c'è ancora un vero e proprio progetto.

«Accogliamo con favore la notizia della cessione dell’ex Provveditorato agli Studi a privati da parte della Provincia di Treviso, che potrà così reinvestire un tesoretto importante per la riqualificazione dell’immobile “ex Poste” e l’ampiamento del Liceo Artistico in virtù del recente accordo con l’Agenzia del Demanio».  Così il sindaco di Treviso Mario Conte e il consigliere comunale e provinciale Giancarlo Da Tos sulla vendita all’asta dell’immobile di via San Pelajo. «Siamo certi che il Presidente della Provincia Stefano Marcon impegnerà le risorse a beneficio degli studenti. Il Liceo Artistico da anni necessita infatti di nuovi spazi per l’attività didattica», concludono Conte e Da Tos. «I 2,6 milioni potranno sicuramente offrire un’opportunità di investimento per una riqualificazione a vantaggio dei ragazzi che frequentano l’istituto e dell’intero quadrante di via Santa Caterina e via Carlo Alberto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceduta per 2,6 milioni l'ex sede del Provveditorato di via San Pelajo

TrevisoToday è in caricamento