rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità Montebelluna

Rincari sulle materie prime, nuova variazione di bilancio a Montebelluna

Previsto l’utilizzo di 430mila euro di avanzo per la realizzazione di due rotatorie strategiche, ottenuti 40mila euro di contributo per il pozzo artesiano delle piscine

Presentata mercoledì 23 novembre l’ultima variazione di bilancio del Comune di Montebelluna, oggetto di discussione nel prossimo consiglio comunale. A contraddistinguere la variazione, sia i maggiori investimenti previsti per gli impianti sportivi sia l’impiego di 430mila euro dell’avanzo per consentire la realizzazione di due opere viabilistiche considerate strategiche (la rotatoria di Via Bassanese all’incrocio con via Di Vittorio e quella di piazza Verdi a Posmon) che, a causa dell’aumento dei costi delle materie prime, necessitano di maggiori risorse. Questi i punti salienti: per quanto riguarda le entrate, si prende atto di alcuni maggiori introiti tributari (per euro 4.838,09 per ravvedimenti già versati dai contribuenti) ed extratributari: maggiori stanziamenti di 13.000 euro per trasferimenti compensativi ottenuti dai minori introiti per imposta di soggiorno e per Tosap per contributi già incassati ma anche maggiori entrate per rimborsi delle utenze per la gestione degli impianti sportivi in quanto c’è stato un aumento dei costi delle utenze e le previsioni erano state più contenute (maggiore stanziamento di euro 11.460,52 per la gestione del Palazzetto Mazzalovo e di euro 18.075,80 per gli altri impianti sportivi). Da segnalare inoltre un contributo di 40mila euro da parte di Ato Veneto Orientale destinato alla realizzazione del pozzo artesiano presso le piscine comunali, cifra che il Comune aveva già coperto con l’avanzo di amministrazione e che ora, avendo ottenuto risorse esterne, può essere utilizzata per altre finalità e nello specifico per la manutenzione degli impianti sportivi. Rientrano nella variazione per la parte entrate anche alcune operazioni contabili connesse al maggiore stanziamento di circa 500mila euro derivanti da contributi per interventi urbanistici privati e per l’esecuzione di opere di urbanizzazioni a scomputo di oneri.

I commenti

L'assessore al bilancio, Lucrezia Favaro, spiega: «Le maggiori risorse a disposizione saranno utilizzate innanzitutto per alcuni interventi sull’impiantistica sportiva: i 40mila euro recuperati dal contributo per il pozzo artesiano, più ulteriori 11.500 euro saranno utilizzati per piccoli interventi e sostituzioni nella palestra di Caonada e verrà sostituito l’impianto di illuminazione della pista da hockey di Caonada con uno a led, più economico e sostenibile. Andremo inoltre a utilizzare 330mila euro per finanziare due opere viabilistiche cruciali il cui costo è incrementato a causa dell’aumento dei costi delle materie prime: 100mila euro sono destinati alla rotatoria di Posmon il cui costo passa da 950mila e 1 milione 50mila euro e 330mila euro che si aggiungono ai 230mila di contributo provinciale per la realizzazione della rotatoria più ad ovest su via Bassanese, all’incrocio con via Di Vittorio già teatro di incidenti molto gravi». Altri uscite ed investimenti riguardano le maggiori spese legali per 6mila euro, 350mila euro (già accantonati) per gli aumenti previsti dal contratto collettivo nazionale da poco firmato, 7.500 euro per piccoli acquisti, 10mila euro per il canile a cui erano stati temporaneamente affidati i cani sequestrati nei mesi scorsi al proprietario che li accudiva in maniera inadeguata arrecando disagio al vicinato, 10mila euro per spese di smaltimento rifiuti straordinari.

Conclude il sindaco, Adalberto Bordin: «Questa ultima variazione di bilancio del 2022 risente in gran parte del periodo storico-economico che stiamo vivendo, caratterizzato da un caro bollette senza precedenti, accompagnato dall’aumento dei costi delle materie prime con conseguenze inevitabili nei costi finali dei cantieri e nelle tempistiche del loro svolgimento. Ciononostante, considerando la sicurezza dei cittadini una priorità, le maggiori risorse sono state destinate alla realizzazione delle due rotatorie nella parte occidentale della Città ma anche alla manutenzione degli impianti sportivi e al loro efficientamento energetico così da proseguir e in quella politica green portata avanti dall’amministrazione comunale con lo scopo di essere buon esempio anche per i privati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincari sulle materie prime, nuova variazione di bilancio a Montebelluna

TrevisoToday è in caricamento