Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Vazzola

In un libro i 120 anni di storia dell'azienda vinicola "Maccari" di Vazzola

Dai vigneti dei Cavalieri Templari di Ormelle all’inedito di un fazzoletto miracolato di Padre Pio. Il testo corre su cento pagine ed è impreziosito dalle immagini scattate da fotografi professionisti sulle colline tra Conegliano e Valdobbiadene

Da sinistra Silvia Maccari, il figlio Edoardo, Filippo Maccari e Italo Maccari

Una vera chicca nella editoria della cultura e comunicazione del vino, nel Trevigiano, a iniziare dal Raboso per continuare con il Prosecco. Creare una narrazione efficace non significa raccontare la storia della propria azienda: piuttosto bisogna trasformare la propria azienda in una storia. Lo storytelling è una tattica di comunicazione che si rivela davvero potente. E’ quello che ha fatto il giornalista professionista Letterio Scopelliti - con la collaborazione di Graziano Favero - nel libro di Italo Maccari. Una monografia sulla vita e il lavoro di Italo Maccari, oggi 83enne, che insieme alla sua grande famiglia ha festeggiato i 120 anni della omonima Azienda vinicola e Cantina (Visnà di Vazzola e Conegliano/ San Vendemiano).

Cento pagine di storia, cronaca, carteggi antichi e ricerche durate un anno tra le terre e i vigneti dei Templari nel Trevigiano. E il racconto inedito e avvincente di un fazzoletto miracolato di Padre Pio, finito tra le mani del papà di Italo, rimasto un mistero anche dopo essere stato sottoposto a studi dell’Università di Padova. Il testo è impreziosito dalle fotografie dei professionisti Francesco Galifi (sue le immagini artistiche tra le colline di Valdobbiadene e Conegliano) e di Davide De Blasi (sua la copertina), oltre a quelle dell’archivio fotografico di Maccari. A curare grafica e stampa Battivelli di Conegliano. Un volume dedicato ai figli Silvia e Filippo, al nipote Edoardo e a tutti i dipendenti di ieri e di oggi «perché sono e saranno sempre la mia grande famiglia» scrive Italo Maccari. Dalla nascita sulle orme dei Cavalieri di Malta nei terreni di Ormelle sino a quelli di oggi acquisti a Colfosco e Fontigo è anche la storia dei vigneti e dei vini attraverso i carteggi della famiglia Maccari e i tanti aneddoti, inediti e segreti, ora noti, raccontati in prima persona dallo stesso imprenditore. Un Casato quello dei Maccari con tanto di stemma e sinonimo negli anni di giustizia e lealtà.

PHOTO-2018-06-21-09-31-42-2

Vignaioli dal 1898 oggi l’azienda ha raggiunto oltre i 2 milioni di bottiglie annui, che vengono commercializzate in tutto il mondo. Una presenza nei mercati come Polonia, Germania, Olanda e Spagna. La scommessa vinta negli anni ’80 sull’uso dei fusti con grande coraggio e spirito imprenditoriale oggi colloca l’Azienda Maccari leader nel mercato dei vini di qualità in contenitori di acciaio da 25 litri. Non è stata una decisione facile, il presidente racconta che cosa successe durante quei giorni. L’anticipazione sulla pubblicazione del libro di Maccari si è tenuta nei giorni scorsi con i dipendenti, familiari e tanti ospiti nella sede di Visnà di Vazzola, mentre la presentazione ufficiale sarà organizzata prossimamente a Conegliano.

«Mio padre mi ha trasmesso la professionalità di produrre vini di qualità, con la massima cura, impegno e dedizione, serietà e correttezza commerciale. Aspetti che possono sembrare scontati, ma non solo sono. Anzi - conclude Silvia Maccari, che insieme al fratello Filippo dirige l’azienda di famiglia - questi sono stati i segreti che ci hanno portato a essere qui, oggi, dopo 120 anni».

e09c9656-e8a2-4971-b371-63dd2bf39e29-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In un libro i 120 anni di storia dell'azienda vinicola "Maccari" di Vazzola

TrevisoToday è in caricamento