rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Blog Treviso - Ostiglia Ciclabile

Treviso Ostiglia Fest, oltre 40 eventi lungo la ciclabile: musica, arte e sapori

Dal 5 al 7 maggio la seconda edizione del festival lungo la più importante ciclabile del Veneto. Settanta chilometri di festa per tutti, da vivere in sella o a piedi tra le province di Treviso, Padova e Vicenza

Torna Treviso Ostiglia Fest, il primo festival diffuso che vede protagonista una ciclovia. Anzi, LA ciclovia del Veneto: da venerdì 5 a domenica 7 maggio decine di eventi, dalla mattina alla sera, si snoderanno sulla ciclabile che attraversa le province di Treviso, Padova e Vicenza, lungo il tracciato della vecchia ferrovia che regala agli appassionati delle due ruote, ma anche ai semplici camminatori, un corridoio verde di (attualmente) 70 chilometri che non ha eguali, tra corsi d’acqua, campagne coltivate a mais, asparagi e radicchio, chiese campestri, aree naturalistiche e ville venete.

Il festival

Anche in questa seconda edizione il Treviso Ostiglia Fest vede i comuni attraversati dalla ciclovia e gli operatori del territorio partecipare e proporre eventi per tutte le età e tutti i gusti, in una grande celebrazione di tutte le anime che la Treviso Ostiglia rappresenta come luogo da vivere ogni giorno e come destinazione turistica: natura, benessere, arte, cultura, enogastronomia. Mostre, spettacoli, visite guidate, bike tour, degustazioni, laboratori didattici riempiranno le tre giornate di festival. Dalle proposte a contatto con la natura, come le visite all’Oasi di Cervara di Quinto di Treviso (6 e 7 maggio) o la passeggiata notturna per conoscere gli animali della notte a Camposampiero con le guide Aigae di Venetonascosto (5 e 6 maggio). Ma anche le proposte culturali come Vintage in Villa a Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (6 e 7 maggio), o la mostra fotografica permanente sull’antica ferrovia Treviso Ostiglia che inaugura proprio il 5 maggio al Casello Barbano ma anche le proposte accolte presso lo spazio Open Dream tra Quinto e Treviso. Anche i numerosi punti ristoro lungo la ciclabile sono organizzati per accogliere al meglio i partecipanti al festival, proponendo prodotti tipici e a chilometro 0. Un ricco calendario di appuntamenti, insomma, da vivere in sella, o camminando, ma anche usando i mezzi pubblici o raggiungendo in auto uno dei numerosi snodi della Treviso Ostiglia. Quest’anno il festival sarà anticipato da un appuntamento istituzionale: un convegno dedicato allo sviluppo della ciclovia, in programma giovedì 4 maggio, al quale parteciperà anche la vicepresidente della Regione Veneto, Elisa De Berti.

Il commento

Il presidente della Federazione dei Comuni del Camposampierese, Antonella Argenti, conclude: «Parte la seconda edizione del Treviso Ostiglia Fest che ha dimostrato nella prima edizione le peculiarità e l’originalità del territorio servito dalla Treviso Ostiglia e gestito dalla nostra Federazione. Una peculiarità tutta camposampierese, essendo l’unico caso in Veneto in cui una ciclabile è interamente gestita da una Federazione. Treviso Ostiglia Fest è un fiore all’occhiello di cui andiamo molto fieri per la grande attrattività delle proposte e le grandi opportunità di sviluppo economico che il turismo porta al nostro territorio, fenomeno in constante aumento in particolare per quanto riguarda lo slow tourism. Quest'anno l'edizione è impreziosita dalla presenza del vicepresidente della Regione del Veneto, Elisa De Berti, che ringrazio, che parteciperà al convegno sul futuro e sullo sviluppo della Treviso Ostiglia e che già ha dimostrato l'apprezzamento per l'ambizioso progetto in continuo sviluppo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso Ostiglia Fest, oltre 40 eventi lungo la ciclabile: musica, arte e sapori

TrevisoToday è in caricamento