rotate-mobile
Cronaca Fontanelle

Ciclista 18enne investita in allenamento, caccia all'auto pirata

Giovedì 16 marzo Alice Brugnera del team "Acca Due O - Manhattan" è stata travolta da un'auto in corsa a Tezze di Piave. L'appello della squadra: «Fate attenzione a chiunque si trovi sulle strade»

Tragedia sfiorata giovedì scorso, 16 marzo, a Tezze di Piave: Alice Brugnera, ciclista del team femminile "Acca Due O - Manhattan", è stata travolta da un'auto che, dopo l'impatto, si è allontanata dal luogo dell'incidente senza prestare soccorso.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", l'incidente è avvenuto all'altezza della rotonda di Tezze, non molto distante da Villa Dirce. La ciclista 18enne, residente a Fontanelle, è stata urtata dal cofano dell'auto e sbalzata sull'asfalto. Soccorsa subito dalle compagne di squadra è stata portata in ospedale a Oderzo per gli accertamenti del caso. Fortunatamente nulla di grave: la giovane se l'è cavata con qualche taglio ed ematoma ma nessuna frattura. La 18enne tornerà in pista già nei prossimi giorni. Ora è caccia all'auto pirata che ha travolto Alice senza fermarsi. Fondamentali potrebbero essero le immagini delle telecamere presenti in zona. L'incidente è arrivato pochi giorni dopo l'investimento di un altro giovanissimo ciclista, Matteo Fantuz del Work Service Team travolto a San Fior, sulla Pontebbana lo scorso 9 marzo. Un incidente costatogli la frattura della mascella.

Il messaggio del team

«Ci dispiace tornare su questo annoso argomento ma ancora una volta sentiamo la necessità di parlarne per sensibilizzare sempre di più le persone sull'attenzione e il rispetto tra ciclisti e automobilisti - scrivono in una nota i vertici di Acca Due O Women's Team -. La bicicletta è un mezzo di locomozione, indipendentemente dal fatto che venga usata per allenarsi o andare al lavoro, fare la spesa o una passeggiata. Il ciclista ha gli stessi diritti di un pedone, di un motociclista, un automobilista e un camionista così come gli stessi doveri e regole da rispettare. Le nostre ragazze lo sanno bene ma, giovedì 16 marzo, una di loro è stata investita. L'autista dell'auto è irrintracciabile, non ha nemmeno avuto la decenza di prestare soccorso sebbene l'impatto sia stato importante e quindi impossibile non rendersene conto. Fortunatamente Alice ne è uscita solo con ematomi e qualche taglio ma la paura è stata davvero tanta. Per favore fate attenzione a chiunque si trovi sulle strade e aiutateci a sensibilizzare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista 18enne investita in allenamento, caccia all'auto pirata

TrevisoToday è in caricamento