Banca Prealpi a Belluno cambia look: inaugurazione il 29 marzo

Lo sportello di viale Vittorio Veneto 284 rappresenta il completamento del progetto Valbelluna. L'istituto trevigiano mise piede a Belluno nel maggio 1997

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

TARZO - Era il 1997 quando la Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi "usciva" per la prima volta dalla provincia di Treviso, inaugurando, nel maggio di quell'anno, la sua dodicesima filiale. Quella di Belluno. Diciassette anni dopo, sabato 29 marzo 2014 alle ore 11, la dirigenza dell'istituto di credito con sede a Tarzo sarà nel capoluogo bellunese, per inaugurare una filiale tutta nuova, in viale Vittorio Veneto 284. Un trasferimento, di quella già esistente, deciso non solo per ampliare gli spazi e renderli più funzionali alle esigenze dei clienti e all'operatività del personale, ma anche per completare appieno il progetto di Banca Prealpi in Valbelluna.

"Ci siamo spostati di circa un centinaio di metri dalla vecchia sede, tuttavia non è tanto la distanza né tantomeno la maggiore disponibilità di metri quadrati a marcare la differenza dalla precedente realtà - afferma il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga - certo, adesso gli uffici sono più ampi e soprattutto più funzionali alle esigenze organizzative di una banca moderna: area self service per servizi disponibili 24 ore su 24, più spazio dedicato alla consulenza, aree integrate per una chiara comunicazione e informazione aziendale. Ma soprattutto questa nuova filiale rappresenta il pieno compimento, sotto il profilo organizzativo, del progetto Valbelluna, che ora può finalmente contare su un credito cooperativo che presidia in maniera veramente adeguata le città di Belluno e Feltre, oltre naturalmente al territorio che le congiunge". Una risposta (al territorio e alle sue esigenze) che l'istituto di credito è riuscito a costruire grazie a coloro che hanno creduto nel modello "Banca Prealpi". "Da 17 anni la storia di Banca Prealpi in Valbelluna è divenuta la storia di questa comunità, alimentandosi del vissuto delle sue realtà di impresa, di servizio, le famiglie e la comunità di cui ha da sempre contribuito ad alimentare il sostegno", aggiunge Antiga.

Dal maggio 1997, quando l'istituto trevigiano ha messo piede a Belluno, tante le attività a sostegno del territorio e un radicamento sempre più forte all'interno dell'area, "viaggiando" di pari passo con lo sviluppo della Valbelluna che proprio negli anni Novanta ha vissuto un periodo di particolare dinamicità. Terreno fertile e perfetto, per l'insediamento della banca di credito cooperativo di Tarzo, in una sorta di riaffermazione della dimensione storica della cooperazione che alla fine del 1800 ha avuto il suo fulcro nell'area bellunese-feltrina.

Sabato, alla cerimonia di inaugurazione, saranno presenti il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga, unitamente al consiglio di amministrazione e ai rappresentanti del collegio sindacale e il direttore generale Girolamo Da Dalto. Invitati i sindaci di Belluno, Jacopo Massaro, e di Tarzo, Gianangelo Bof, il presidente Federazione Veneta delle Banche di Credito, Ilario Novella, il vicepresidente Fabrizio Gastaldo e il direttore Fabio Colombera.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento