menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Danni alle case in vendita, ingegnere a processo a Conegliano

Secondo l'accusa il professionista sarebbe autore di raid vandalici in alcuni appartamenti in costruzioni per abbassarne il prezzo di acquisto

CONEGLIANO - Avrebbe messo a punto raid vandalici in alcuni appartamenti per abbassarne il prezzo di acquisto. Per questo un ingegnere 50enne è finito a processo con l'accusa di danneggiamento ed è stato condannato al pagamento di 20 mila euro.

Secondo quanto riporta la Tribuna di Treviso, un anno fa il professionista ha contattato il titolare dell'impresa edile che si stava occupando della costruzione del complesso residenziale San Pierin a Conegliano. L'ingegnere era interessato all'acquisto di alcune unità immobiliari.

Dopo le prime contrattazioni si sono verificati degli strani episodi. Serramenti rotti, imbrattamenti, vetri in frantumi: il complesso sembrava essere stato preso di mira da una banda di vandali scatenati. Per cogliere i teppisti con le mani del sacco, il titolare del'impresa ha installato una telecamera a circuito chiuso e quando ha visionato i filmati non riusciva a credere ai propri occhi.

Armato di piede di porco, sarebbe stato proprio l'ingegnere l'autore dei danneggiamenti notturni negli appartamenti, per abbassarne, pare, il prezzo.

L'impresario ha subito sporto denuncia e la vicenda è finita davanti al giudice, che ha condannato l'ingegnere a pagare 20 mila euro. Il 50enne però si oppone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento