rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Inventa un rapimento per vendicarsi della ex: l'aveva vista con un amico

Nei guai un 50enne di Crespano del Grappa, che ha chiamato i carabinieri per denunciare il rapimento della ex moglie e della figlia, che in realtà si era inventato per gelosia

All'appuntamento per vedere la figlia la ex moglie si presenta in compagnia. Per vendicarsi decide di mettere nei guai "l'amico", ma nei pasticci ci finisce lui.

Protagonista della vicenda è un 50enne di Crespano del Grappa, già noto alle forze dell'ordine, denunciato dai carabinieri per procurato allarme e simulazione di reato.

Venerdì pomeriggio, poco dopo le 14, l'uomo ha chiamato il 112 di Montebelluna sostenendo che la ex moglie e la figlia di 5 anni, residenti nel Vicentino, erano state prelevate a forza da un furgone mentre erano alla stazione ferroviaria.

Responsabile del rapimento, secondo quanto riferito dal 50enne ai militari, un conoscente.

Subito i carabinieri si sono messi alla ricerca del furgone, rintracciandolo a Pederobba. Alla guida l'uomo segnalato dal 50enne.

La verità è venuta a galla ben presto. Intorno alle 13.30 la ex moglie del 50enne aveva chiamato un amico, il presuto rapitore, chiedondogli di accompagnare lei e la figlia a una fermata dell'autobus, dove doveva incontrare il padre della bambina.

Questi, ingelosito dal vedere la ex compagna con un altro uomo, ha architettato il piano per mettere nei guai il "rivale", ma è stato scoperto e denunciato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inventa un rapimento per vendicarsi della ex: l'aveva vista con un amico

TrevisoToday è in caricamento