rotate-mobile
Cronaca San Liberale / Via Feltrina

Nicolita Cadel 70 anni legata e rapinata in casa alle Stiore

Mezz'ora di terrore, nel tardo pomeriggio di venerdì, per Nicolita Cadel, 70enne trevigiana che abita alle Stiore. Due giovani la hanno legata e rapinata in casa, dopo essersi fatti aprire la porta con una scusa

Mezz'ora da incubo per una 70enne trevigiana, che nel tardo pomeriggio di venerdì è stata legata in casa propria e rapinata da due giovani, apparentemente per bene.

Non era ancora buio quando i due malviventi, un ragazzo e una ragazza italiani sulla trentina, hanno suonato al campanello di Nicolita Cadel, lungo la Feltrina nella zona delle Stiore.

Chiedendo aiuto perché in difficoltà con l'auto, come riporta La Tribuna di Treviso, la coppia è riuscita a conquistare la fiducia della vittima, che ha aperto loro la porta. Da allora è iniziato l'incubo.

I due hanno spintonato Nicolita, bloccandola e legandola, lasciandole intendere che se avesse chiesto aiuto per lei sarebbe finita male.

Mentre la donna restava legata immobile, i due malviventi hanno messo a soqquadro l'abitazione, frugando in cassetti, armadi, ripostigli, alla ricerca di denaro e preziosi.

Arraffato quanto potevano e capito che non avrebbero trovato altro, dopo circa mezz'ora hanno imboccato in fretta la porta, lasciando Nicolita legata. E così è rimasta, per quasi due ore, fino a quando non è riuscita a liberarsi e chiamare, con un fil di voce, il 112.

I carabinieri sono accorsi subito e hanno trovato la vittima visibilmente sotto choc, ma dei rapinatori, ormai, nessuna traccia. Sul posto è intervenuto anche il nucleo investigativo e i militari hanno setacciato la casa di Nicolita Cadel sperando di trovare impronte e indizi utili all'individuazione dei due malviventi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicolita Cadel 70 anni legata e rapinata in casa alle Stiore

TrevisoToday è in caricamento