menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La patente sequestrata al giovane ventitreenne

La patente sequestrata al giovane ventitreenne

Guida con una patente greca falsa un'auto senza revisione: denunciato

La polizia locale di Maserada sul Piave ha fermato un giovane pakistano di 23 anni per possesso e uso di patente falsa. L'auto su cui viaggiava aveva anche la revisione scaduta

Quando la polizia locale di Maserada sul Piave gli ha chiesto patente e libretto, è stato subito chiaro che qualcosa non andava. N.S, ventitreenne di nazionalità pakistana, residente da alcuni anni a Treviso è stato fermato nei giorni scorsi per un normale controllo mentre si trovava a bordo della sua auto a Maserada lungo la strada provinciale 92, detta della “Sinistra Piave”.

Gli agenti in servizio lo hanno fermato su segnalazione del sistema di videosorveglianza e controllo del territorio comunale dal momento che il mezzo su cui il giovane stava viaggiando risultava con la revisione scaduta. Al successivo controllo della patente di guida, il ragazzo pakistano ha mostrato ai vigili un documento di categoria “AB”, emesso dall’autorità greca in data 6 aprile 2010, anche se il giovane dichiarava di essere nato a novembre del 1995. A quel punto gli agenti hanno capito che il conducente non poteva assolutamente aver ottenuto la patente di guida a soli 14 anni. Eseguiti i controlli di rito, è emerso che il documento era falso. Immediate le sanzioni per la mancata revisione del veicolo (173 euro di multa) e per la guida senza patente (altri 5.110 euro di multa). Ipotizzando inoltre a vario titolo i reati previsti dall’articolo 477 in relazione all’art. 482 del Codice Penale, l’Ufficio ha predisposto il sequestro della patente di guida falsa e la comunicazione di reato prevista dall’art. 347 del Codice di Procedura Penale alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Treviso. La polizia locale ha ipotizzato i reati di contraffazione da parte dello stesso o di altri, facendo uso di patente di guida apparentemente rilasciata dall’autorità greca. Nel frattempo, il sostituto procuratore della Repubblica Giulio Caprarola, ha convalidato il sequestro, disponendo la verifica del documento di guida presso un laboratorio di analisi documentali. Il giovane denunciato alla Procura della Repubblica ha nominato come suo legale difensore l’avvocato Matteo Belli del foro di Trieste ed è ora in attesa di giudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento