menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiato e rapinato per una sigaretta da una baby-gang

Preso a calci e pugni per una sigaretta rifiutata. È successo a Resana. Presi due dei quattro giovani bulli: un diciassettenne e un diciottenne

Calci, pugni e minacce per una sigaretta negata. A finire nei guai sono dei giovani bulli, già noti alle forze dell’ordine. Due di loro sono già stati denunciati, mentre i Carabinieri danno la caccia agli altri due.

I due ragazzi, un marocchino e un nigeriano di 17 e 18 anni, sono accusati di aver malmenato, minacciato e derubato un tecnico informatico di Resana, lo scorso ottobre.

Una sera, poco prima di mezzanotte, i ragazzini avevano avvicinato l’uomo, in centro a Resana, e gli avevano chiesto se avesse una sigaretta. L’informatico aveva risposto negativamente e si era allontanato.

I giovani bulli, allora, lo avevano aggredito alle spalle, minacciandolo con un coltello, e con la complicità di altri due ragazzini, lo avevano preso a calci e pugni, per poi rubargli telefono e portafogli.

I Carabinieri sono risaliti al diciassettenne e al diciottenne tramite riconoscimenti fotografici e ora per i due bulli, già fermati qualche mese prima a Padova per furto, è scattata la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento