menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sull'episodio indaga la polizia

Sull'episodio indaga la polizia

Accerchiati da dieci bulli per una sigaretta, accoltellati e presi a morsi

Lite violenta nella notte tra venerdì e sabato nei pressi di Ponte de Fero a Treviso, alle 3 del mattino. Vittime due 36enni, un veterinario veneziano, ferito alla testa con un coltello, ed un manager trevigiano

Violentissima rissa nella notte tra venerdì e sabato nei pressi del "Ponte de Fero" a Treviso, lungo il Put. Ad essere accerchiati e malmenati da una decina di giovani bulli, dopo essere stati avvicinati con il pretesto di chiedere una sigaretta, sono stati due 36enni, un veterinario veneziano, che è rimasto ferito gravemente alla testa con un coltello, ed un manager trevigiano che sarebbe stato morso ad un dito da uno dei malviventi. Sull'episodio, riportato oggi, martedì 23 luglio, dal Gazzettino di Treviso, indaga ora la squadra mobile di Treviso. Entrambi sono dovuti ricorrere alle cure mediche degli infermieri del pronto soccorso di Treviso. Più gravi le condizioni del veterinario: uno dei balordi ha piantato un coltello sulla sua tempia, rischiando di ucciderlo, quasi sfondandogli il cranio. L'altro amico è stato medicato e sottoposto alla profilassi del caso per i morsi.

Per identificare il gruppo di bulli, tutti di circa 20 anni, saranno visionate le telecamere di videosorveglianza del centro storico. Le due vittime avevano trascorso la serata a "Suoni di Marca", sulle mura, e poi "Al Dazio", con le rispettive fidanzate. Quando si sono diretti a recuperare le loro auto, verso il "Ponte de Fero", è scattato il piano criminale della gang. Una ragazza che si trovava con i malviventi è risalita dalle panchine in riva al Sile, fino alla strada, per chiedere loro una sigaretta. Si trattava evidentemente di una trappola. I due 36enni hanno consegnato la sigaretta richiesta alla giovane e poi è scattato l'agguato da parte della gang: prima i pugni e i calci, selvaggiamente, poi è saltato fuori il coltello. La lotta tra i due e i giovani è proseguita perfino dentro alle acque del Sile ed è terminata solo quando il veterinario ed il manager sono riusciti a fuggire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento