menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Denunciato per un furto al Pam, torna al market e minaccia il responsabile

Doppio intervento della polizia nel pomeriggio di ieri in via Zorzetto. Dopo aver rubato alcuni prodotti è stato immediatamente scoperto, poi ha chiesto al responsabile che la denuncia venisse ritirata

Alle 14 di lunedì pomeriggio, una volante della polizia è intervenuta presso il supermercato Pam di via Zorzetto per una segnalazione di un giovane che si aggirava con fare sospetto tra gli scaffali dell’esercizio commerciale. Il ragazzo aveva prima prelevato delle bottiglie di birra e poi altri generi alimentari che ha nascosto all’interno dei pantaloni; giunto alle casse, il giovane ha pagato solo le bibite dirigendosi poi verso l’uscita. Fermato da personale del supermercato e dai poliziotti giunti tempestivamente sul posto, B.L, 25enne, ha inizialmente negato di aver sottratto alcun bene, salvo poi restituire le confezioni rubate, ormai danneggiate. B.L., sottoposto ad obbligo di dimora in un Comune della provincia, veniva così denunciato per tentato furto aggravato.

Verso le 17, la sala operativa ha inviato nuovamente una volante presso il supermercato Pam: il responsabile lamentava la presenza del giovane che qualche ora prima si era reso responsabile di furto.  Il ragazzo, secondo quanto riferito, si era avvicinato a lui spintonandolo e chiedendo con insistenza che venisse ritirata la denuncia nei suoi confronti. Dinanzi al rifiuto, il B.L. si è innervosito alzando la voce nei confronti di alcuni dipendenti e danneggiando alcune confezioni di alimenti. Il giovane è stato nuovamente rintracciato dagli agenti che lo hanno invitato ad avvicinarsi all’auto di servizio per sentirlo in merito ai fatti appena accaduti.

Il 25enne, tuttavia, ha cominciato ad alterarsi anche nei confronti dei poliziotti e ad opporre resistenza al controllo, andando in escandescenze. Con l’ausilio di un’altra pattuglia in servizio in zona, gli agenti sono riusciti a farlo salire sul veicolo e a portarlo in Questura, dove ha continuato nel suo atteggiamento ostile nei confronti dei poliziotti. B.L. è stato nuovamente denunciato nuovamente per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Alla luce del comportamento tenuto ripetutamente nell’arco della giornata, i competenti Uffici della Questura di Treviso chiederanno all’Autorità Giudiziaria l’aggravamento della misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento