menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: arriva l'attesa Antica Fiera di Godega

Si inaugura finalmente una delle più importanti manifestazioni dedicate al mondo rurale della provincia, dedicata principalmente al settore agricolo e agroalimentare, all'agromeccanica, alla zootecnia, al settore delle costruzioni e della bioedilizia! Ma la Marca offre anche molto altro nel fine settimana!

MANIFESTAZIONI Il momento più atteso di tutto il weekend sarà con l'inaugurazione dell'attesissima Antica Fiera di Godega di Sant'Urbano. Si tratta di una delle più importanti manifestazioni dedicate al mondo rurale della provincia di Treviso, una delle kermesse della Marca Trevigiana più antiche  e che mette in mostra le eccellenze proprie allargate a quelle dell'intero territorio locale. Le aziende invitate ad esporre appartengono principalmente al settore agricolo e agroalimentare, in particolare all’agromeccanica, alla zootecnia, al settore delle costruzioni e della bioedilizia. Quest'anno un'attenzione particolare sarà rivolta al mondo degli asini e dei bambini, oltre a vedere aperta al pubblico anche la mostra alpina "Il Piave racconta" sulla Grande Guerra. Infine, appuntamento anche a vazzola con "Festa del Cao de ano" per il capodanno veneto!

QUI TUTTE LE ULTIME SFILATE DEI CARRI MASCHERATI DI CARNEVALE NELLA MARCA TREVIGIANA

TEATRO & CONCERTI Apriamo questa sezione con il teatro e lo spettacolo "Arlecchino, servitore di due padroni" che si terrà per tutto il fine settimana al Teatro Comunale Mario del Monaco di Treviso (che sabato presenta anche la scrittrice Giovanna Zucca con "Libro: che spettacolo!"), mentre domenica sarà l'ora di "Sono pronta! Ogni donna ha diritto alla propria vita" a Vidor. Per quanto riguarda invece i concerti, non possiamo che citare il live tour di Brunori Sas venerdì sera al New Age di Roncade, mentre all'Eden Cafè di Treviso ci sarà il cantante pop svedese Adam Evald. Poi, attenzione alla musica di The Sponges Project all'Hoch Holle in centro città e ai Mideando Spring Quintet a Castelfranco presso il Teatro di Art Voice Academy per il progetto Spazio Live! Inoltre, per Antiqua Vox a San Giuseppe ecco anche come ospite l'organista francese Aurore Baal. Sabato, infine, ecco per voi a Vedelago anche gli Off The Map-Rhcp Tribute live, "Tu chiamale se vuoi emozioni" a Sarmede per un omaggio a Battisti con Roberto Pambianchi e Goliardika a Vidor. 

INCONTRI, CIBO & VINO A tema incontri vi diamo subito appuntamento venerdì con: presentazione del libro "Un cappello pieno di ricordi" di Isabella Vendrame all'IBS Bookshop di Treviso, "Nel silenzio dell'aquila" con Mirna Fornasier a Pederobba grazie alla Lipu Pedemontana Trevigiana per la rassegna "Diari di viaggio", "Donna e salute" a Vidor e "C'era una volta il filò" a Villorba. Sabato invece, a Ca' dei Ricchi in centro a Treviso, non potete mancare all'incontro del Caffè Letterario con uno dei più grandi sciatori della storia italia, il cortinese Kristian Ghedina, per la rassegna "Oltre la scena". Sempre sabato poi, questa volta a Conegliano, ci sarà anche la consegna delle borse di studio agli allievi dell'Istituto Musicale Michielangeli, mentre al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto domenica arriva Marina Ripa di Meana per presentare il suo nuovo libro "Colazione al Grand Hotel".

Se preferite invece uscire a cena, magari con della buona musica, allora fa per voi "House 'n Roll Party" a Pederobba o altrimenti "Single Party Over40" a Giavera, poi ancora "I veli del sospetto - Cena con delitto" all'Antica Osteria Zanatta, ma soprattutto "Pizza, amore e autonomia" con i ragazzi down alla Kapunziner Hof di Vidor! O ancora, nella giornata di sabato, "Degustazioni primaverili" da Eat's Conegliano. Siete invece più per i corsi? Ecco allora per voi un'ultima carrellata di eventi in tutta la provincia: "Corso fiori in pasta di gomma - L'Ibiscus" a Conegliano, a Castello di Godego il "Corso base di fango-idrologia termica naturoigienista-Metodo Costacurta" e per i bambini "Gioca l'arte - Laboratori espressivi" a Treviso. Infine, segnaliamo anche la proiezione del documentario "Shame and Soul" di fabrica per Imago Mundi alla Fondazione Benetton, l'escursione "Un salto nel passato per capire e migliorare il nostro futuro" tra Belluno e Cesiomaggiore e ovviamente l'attesa "2^ Treviso Half Marathon" a Conegliano!.

MOSTRE Apriamo questa sezione con, a Ca' dei Carraresi, la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno". L'esposizione cercherà di focalizzarsi soprattutto sulla produzione italiana delle sue opere, in quanto rappresentazione della “maledizione del corpo e dell’anima” che attanagliò l’individuo moderno, interpretabile alla luce della psicanalisi, della filosofia e della psicologia. L’esposizione, organizzata da Kornice, offrirà l’incredibile opportunità di “entrare nella mente” dell’artista, di comprenderne i dubbi, le angosce e le ragioni che lo spinsero a scegliere i suoi soggetti, attraverso l’analisi della Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino, delineata all’interno di relazioni e vita privata che si intrecciano nella storia. Ca' dei Carraresi che però offre contemporeanamente anche le esposizioni "Rumore di fondo" di Giovanni Maranghi e "Cieli boreali" di Chiara Tordin.

Continua poi anche "Storie dell'Impressionismo" organizzata da Linea d'ombra di Marco Goldin al Museo di Santa Caterina. Un'esposizione di opere d'arte di Gauguin, Renoir, Van Gogh e Monet...oltre ad altri e numerosi artisti internazionali, anche "moderni", per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’Impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon.

Dopodichè vi consigliamo anche "Bellini e i Belliniani" al Palzzo Sarcinelli di Conegliano: la mostra prosegue le esplorazioni sulle trasformazioni dei linguaggi della pittura veneziana e veneta negli anni magici tra Quattro e Cinquecento. L'esposizione è, dunque, un’occasione per interrogarsi sull’eredità belliniana, ricostruendo con originalità una rete di rapporti e connessioni, mettendo in luce il raffronto possibile tra storie e opere, protagonisti e comprimari su palcoscenici diversi e alternativi e tuttavia legati da analogie e contiguità logiche e strutturali.

Ancora poco convinti? Allora vi proponiamo anche la mostra "Paolo Pavan" in Piazzetta Torre per "Mecenate Tea Lounge", "Strobo - Musica per fotogrammi" di Marco Zambon alla Pizzeria Piola e "From object to exposure" da TRA - Treviso Ricerca Arte, sempre a Treviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento