Emergenza Coronavirus nella Marca: il Pd chiede immediati tamponi per i sanitari

Zorzi e Rocco: «Come ripetono in queste ore i nostri rappresentanti al governo, siamo tutti sulla stessa barca e non c’è tempo da sprecare in attacchi polemici»

Giovanni Zorzi

Consapevole del momento di eccezionale gravità, con spirito collaborativo, sulla scorta delle segnalazioni che si stanno registrando da cittadini e operatori sanitari, il Partito Democratico della provincia di Treviso si sente di avanzare a istituzioni regionali, amministrazioni comunali e autorità sanitarie due proposte per contribuire a fermare il contagio in corso e ad uscire quanto prima dall’emergenza sanitaria.

"Abbiamo ascoltato la proposta di Zaia - dichiarano Nicolò Rocco, responsabile sanità per il PD provinciale, e Claudio Beltramello, medico di Castelfranco Veneto e coordinatore del gruppo strategico sulla sanità del PD regionale - di fare tamponi fuori dai supermercati. Senza spirito polemico, ci permettiamo di suggerire una scala di priorità. In questo momento in Veneto non riusciamo a garantire che vengano effettuati in tempi brevi i tamponi alle persone sintomatiche e a tutto il personale sanitario. Prima dunque di fare tamponi a spot su asintomatici fuori dai supermercati, chiediamo che i tamponi siano fatti con urgenza a tutto il personale sanitario e al personale dei servizi sociali e socio-sanitari che per garantire i servizi essenziali, come case di riposo e assistenza domiciliare, è a contatto con le categorie più fragili come gli anziani. Se fatti i tamponi a queste categorie avessimo la possibilità, facciamoli alle persone asintomatiche ma conviventi o venute certamente in contatto ai casi accertati. Confidiamo che, al di là dell’idea di Zaia, i microbiologi della Regione abbiano ben chiaro quale sia l’ordine delle urgenze”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiunge Giovanni Zorzi, segretario provinciale: “In questi giorni alcuni comuni della Sinistra Piave, a cominciare da Conegliano, stanno procedendo a sanificare le proprie strade e piazze. Se dalla Regione arrivano evidenze scientifiche che dimostrano che questa sia un’operazione necessaria e urgente per rallentare la diffusione del virus, allora chiediamo che venga fatta in tutti i Comuni della Provincia di Treviso e del Veneto”. Concludono Zorzi e Rocco: “Come ripetono in queste ore i nostri rappresentanti al governo, siamo tutti sulla stessa barca e non c’è tempo da sprecare in attacchi polemici. Cerchiamo, quindi, di marciare nella stessa direzione, dando ciascuno il proprio contributo con responsabilità e senso civico. Insieme ce la faremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento