rotate-mobile
Politica Conegliano

Maratona jesolana vietata ai disabili, Zaia: “Una scelta assurda”

Secondo il governatore della Regione la scelta degli organizzatori della "Moonlight Half Marathon" va contro i valori veneti di soliderità

La vicenda dei sette ragazzi dell’associazione “Amici di Diego”, esclusi dalla mezza maratona di Jesolo del 25 maggio, ha provocato lo sdegno del governatore del Veneto Luca Zaia.

Zaia ha espresso la propria solidarietà al gruppo di disabili coneglianese, bocciando la scelta degli organizzatori della “Moonlight Half Marathon” come “assurda”.

“E’ una scelta che non condivido – ha dichiarato il governatore – e che non rispecchia in nessun modo i valori e la sensibilità dei veneti e mi auguro che alla fine si possa trovare una soluzione per consentire la partecipazione dei ragazzi ad una splendida manifestazione sportiva”.

Zaia ha spiegato di condividere la necessità degli organizzatori di garantire la massima sicurezza a tutti i partecipanti, tuttavia ha aggiunto che “la decisione di escludere l’associazione ‘Amici di Diego’ è un atto di mancata sensibilità che non condivido in nessun modo”.

La solidarietà è un valore radicato con forza nelle nostre comunità – ha ricordato Zaia – come testimoniano tutte quelle persone, una su dieci, che fanno volontariato e di cui questa associazione è un esempio unico a cui va tutta la mia stima e la mia gratitudine” .

Credo che una soluzione si possa e si debba trovare  - ha concluso il presidente della Regione - per rispetto di questi ragazzi che vogliono partecipare ad una giornata di sport, che mi auguro non resti macchiata da questa esclusione ingiustificabile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona jesolana vietata ai disabili, Zaia: “Una scelta assurda”

TrevisoToday è in caricamento