Stadio Tenni, i ragazzi della Scuola edile al lavoro nel cantiere

Grazie a una convenzione con il Comune di Treviso, gli studenti restaureranno un pezzo del muro di 70 metri fra l’ingresso delle tribune e la zona degli spogliatoi

In foto: gli studenti con il sindaco

Sono iniziate in questi giorni le esercitazioni pratiche degli studenti del secondo e terzo anno della Scuola Professionale di Formazione Edile, impegnati allo stadio “Omobono Tenni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ragazzi, grazie alla convenzione stipulata con il Comune di Treviso per il percorso formativo di orientamento, stanno rimuovendo il vecchio intonaco degradato per poi re-intonacare a nuovo un tratto interno di 70 metri del muro perimetrale della zona spogliatoi e dell’ingresso delle tribune. All'interno della nuova sala stampa, invece, verrà riprodotto con una tecnica particolare in calce, il logo della Città e della società calcistica del Treviso, che proprio al Tenni disputa le partite casalinghe. Giovedì mattina il sindaco Mario Conte ha fatto visita agli studenti impegnati nel cantiere: «Ho trovato grande professionalità e passione - le parole del sindaco Mario Conte - Penso che formarsi direttamente “sul campo”, lavorando a tutela di un bene di tutti, sia anche un modo per imparare a custodire il patrimonio della città». «Grazie alla convenzione con il Comune di Treviso, i nostri ragazzi possono svolgere la formazione nell'ambito della riqualificazione di opere pubbliche - spiega il presidente della Scuola Edile Davide Feltrin - Per gli studenti è fondamentale essere impegnati in opere i cui risultati restano a disposizione della collettività e non solo nell'ambito del laboratorio. Questi percorsi di formazione sono sostenuti anche da alcuni partner e colgo l’occasione per ringraziare il gruppo Grigolin per la fornitura dei materiali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

  • Scivola e batte la testa dopo un volo di 13 metri: muore a 21 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento